Automobili ad idrogeno: petizione


Dal blog di Beppe Grillo

Un cittadino italiano ha finalmente deciso che gli fa troppo male
respirare le polveri sottili e vedere persone a cui vuole bene morire di cancro intorno a sé per il benessere delle multinazionali petrolifere e
ha chiesto alla commissione europea (dipartimento dell’ambiente) di
creare una legge che obblighi i padroni del petrolio ad installare
accanto ad ogni distributore di benzina almeno un distributore ad
idrogeno e di incominciare a produrlo utilizzando energie rinnovabili.
In parole povere questa legge favorirà l’introduzione sul mercato delle
automobili ad idrogeno a ***ZERO INQUINAMENTO*** e ad alte prestazioni!!!
Finalmente potremo respirare a pieni polmoni e anche i figli dei nostri figli!
L’auto del futuro esiste già ed in vari modelli!
Bastano 800.000 firme per far abbassare la testa ai padroni del petrolio.
Firmate la petizione per voi, i vostri amici e parenti!
Cogliamo questa opportunità e facciamone un’arma, anche per altre piccole
battaglie.
Io l’ho fatto.E sono la 269.535!!!

PER FIRMARE LA PETIZIONE SUL LINK QUI SOTTO:
http://www.petitiononline.com/idrogeno/petition-sign.html

E, tanto per capire meglio di cosa parliamo:

LE POLVERI SOTTILI SONO PIU’ DANNOSE DEL PREVISTO

(AGI) – Pittsburgh – Le particelle sottili emesse dagli scarichi automobilistici sono molto piu’ pericolose di quanto si pensasse, sia per la salute umana sia per i cambiamenti climatici. L’allarme viene da un articolo pubblicato su Science da Allen Robinson e Neil Donahue, della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, che chiedono alle autorita’ di aggiornare le norme sugli scarichi e le tecniche per misurarli.
  Secondo i ricercatori, infatti, le polveri sottili emesse dagli autoveicoli, una volta nell’atmosfera cambiano le proprieta’ chimiche, dando luogo a particelle diverse e piu’ tossiche.
  ‘Abbiamo scoperto che questo processo chimico crea piu’ particolato del previsto, per cui le norme regolatorie attuali sottostimano ampiamente l’inquinamento totale’, spiega Robinson. ‘Inoltre anche le proprieta’ chimiche del nuovo particolato sono diverse di quanto pensassimo, e potenzialmente sono piu’ tossiche’, aggiunge Donahue. Le stesse proprieta’ le rendono poi piu’ pericolose anche per l’effetto serra. Infine, gli studiosi hanno dedotto che anche la distribuzione geografica dell’inquinamento e’ piu’ vasta del previsto: ‘Abbiamo visto che le emissioni urbane non rimangono sopra le citta’, ma inquinano anche le campagne’, conclude Robinson. Il particolato sottile e’ un problema di salute serio: solo negli Stati Uniti muoiono ogni anno 50.000 persone a causa dell’esposizione alle polveri. (AGI)

15:22 02 MAR 2007  

 http://sanita.agi.it/primapagina/20070302-mon-rsa0020-art.html

Annunci

3 commenti »

  1. Gianluca said

    Lodevole iniziativa.
    Firmerò e posterò anch’io nel mio blog.

    Mi piace

  2. […] svolta definitiva Tasti invita i suoi lettori a partecipare alla petizione che chiede di creare una legge che obblighi ad […]

    Mi piace

  3. mononoke said

    numero ..271978 mononoke! alè! grazie querida!!!

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: