5 incipit….


…volevo far finta di nulla… ma   CapitanMongozo  e Erika  hanno gettato l’invito e… ecco i 5 libri che mi hanno accompagnata e a cui devo qualcosa. Appartenendo al meraviglioso popolo dei migranti non li ho con me e vi riporto quanto trovato in rete, credo fedelmente. Ve li presento in ordine di apparizione nella mia vita.

ImageLettera a un bambino mai nato di Oriana Fallaci.         

Stanotte ho saputo che c’eri: una goccia di vita scappata dal nulla. Me ne stavo con gli occhi spalancati nel buio e d’un tratto, in quel buio, s’è acceso un lampo di certezza: sì, c’eri. Esistevi. È stato come sentirsi colpire in petto da una fucilata. Mi si è fermato il cuore. E precipitare in un pozzo dove tutto era incerto e terrorizzante. Ora eccomi qua, chiusa a chiave dentro una paura che mi bagna il volto, i capelli, i pensieri. E in essa mi perdo. Cerca di capire: non è paura degli altri. Io non mi curo degli altri. Non è paura di Dio. Io non credo in Dio. Non è paura del dolore. Io non temo il dolore. È paura di te, del caso che ti ha strappato al nulla, per agganciarti al mio ventre. Non sono mai stata pronta ad accoglierti, anche se ti ho molto aspettato.

 

nome rosaIl nome della rosa di Umberto Eco.

In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio. Questo era in principio presso Dio e compito del monaco fedele sarebbe ripetere ogni giorno con salmodiante umiltà l’unico immodificabile evento di cui si possa asserire l’incontrovertibile verità. Ma videmus nunc per speculum et in aenigmate e la verità, prima che faccia a faccia, si manifesta a tratti (ahi, quanto illeggibili) nell’errore del mondo, così che dobbiamo compitarne i fedeli segnacoli, anche là dove ci appaiono oscuri e quasi intessuti di una volontà del tutto intesa al male.
Giunto al finire della mia vita di peccatore, mentre canuto senesco come il mondo, nell’attesa di perdermi nell’abisso senza fondo della divinità silenziosa e deserta, partecipando della luce inconversevole delle intelligenze angeliche, trattenuto ormai col mio corpo greve e malato in questa cella del caro monastero di Melk, mi accingo a lasciare su questo vello testimonianza degli eventi mirabili e tremendi a cui in gioventù mi accadde di assistere, ripetendo verbatim quanto vidi e udii, senza azzardarmi a trarne un disegno, come a lasciare a coloro che verranno (se l’Anticristo non li precederà) segni di segni, perché su di essi si eserciti la preghiera della decifrazione.

 

Image I mandarini di  Simone de Beauvoir.

“Henri gettò un ultimo sguardo al cielo : un cristallo nero.
Mille aerei a saccheggiare questo silenzio, erano difficili a immaginarsi; ma le parole continuavano a urtarsi nella sua testa con un rumore allegro: offensiva arrestata, disfatta tedesca, presto me ne potrò andare.
Voltò l’angolo del lungofiume.”

 

ImageLa compagnia dei celestini  di   Stefano Benni

“E’ stato calcolato che il peso delle formiche esistenti sulla terra è pari a venti milioni di volte quello di tutti i vertebrati.” Così lo scultore ottocentesco Amos Pelicorti detto il Mirmidone rispondeva a coloro che gli chiedevano perchè componesse le sue opere in mollica di pane. Da quando aveva letto la notizia su un giornale era rimasto a tal punto folgorato da lasciare le predilette sculture in marmo per il candore alternativo della farina. I suoi capolavori venivano sfornati caldi e dati in pasto alle formiche.

 

silmarillionSilmarillion di Jhon Ronald Rouel Tolkien.

Esisteva Eru, l’Uno, che in Arda è chiamato Ilúvatar; ed egli creò per primi gli Ainur, i Santi, rampolli del suo pensiero, ed essi erano con lui prima che ogni altro fosse creato. Ed egli parlò loro, proponendo temi musicali; ed essi cantarono al suo cospetto, ed egli ne fu lieto. A lungo cantarono soltanto uno alla volta, o solo pochi insieme, mentre gli altri stavano ad ascoltare; che ciascuno di essi penetrava soltanto quella parte della mente di Ilúvatar da cui proveniva, e crescevano lentamente nella comprensione dei loro fratelli. Ma già solo ascoltando pervenivano a una comprensione più profonda, e s’accrescevano l’unisono e l’armonia.
E accadde che Ilúvatar convocò tutti gli Ainur ed espose loro un possente tema, svelando cose più grandi e più magnifiche di quante ne avesse fino a quel momento rivelate; e la gloria dell’inizio e lo splendore della conclusione lasciarono stupiti gli Ainur, sì che si inchinarono davanti a Ilúvatare stettero in silenzio

E passo l’invito a Mononoke, a Mariottola, che mi ameranno per ciò…, alle due simpatiche nippo di questo piccolo grande banzai, con cui oggi inizio le mie lezioni di giapponese, un nuovo amico 404db e Demone ….

2 NOTE:

Credo che l’incipit più bello sia però quello di Novecento di Alessandro Baricco;

Notato che sono riuscita a mettere il testo in linea con l’immagine?… eheheh…

Annunci

3 commenti »

  1. Oooops, non ne ho letto nessuno di questi. Comunque a due di loro sono andato vicino Come già sai ho letto il Signore degli Anelli, ma non il Silmarillion, ed ho letto Baudolino invece del Nome della Rosa. Dai e dai leggerò anche gli altri!

    Mi piace

  2. tasti said

    ..ed io che credevo di essere banale! Generazione che vai, libri che trovi.

    Il Silmarillion è la Genesi, non puoi non leggerlo, fidati…detto da una che il Signore degli Anelli l’ha letto una dozzina di volte…
    saluti tolkieniani

    Mi piace

  3. […] Maggio 8th, 2007 Libri Il principale problema per replicare alla catena di Erika e Tasti, è che 5 libri (dico CINQUE) bisogna averli letti. E nel mio caso questo non andrebbe dato per […]

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: