Confini


Parlare.
Come se due esigenze si fossero incontrate.
Esplosione di non senso
Mi aggrappo a chi mi ama e so che do lo stesso turbamento che è stato dato a me
Parlare è di conforto ed aiuta a ritrovare il confine

Gioco di confini
Un urto e il mio scivola
Per riequilibrare lo butto fuori
Ma ho dato un urto a mia volta
Ed un altro confine è violato

Arriva nella vita di ciascuno il momento di urtare
Richiesta di aiuto
Equilibri precari
Lo aspettavo questo momento
Come si aspetta qualcosa che non si desidera
Ma che arriverà
Mi aggrappo alla logica
Ma la logica è inquinata da altre costruzioni
I confini sono scivolati
Razionalizzo

È il momento in cui può avvenire
È stato più dura di quel che volessi ammettere
Evidentemente
Ci sono motivi dentro di me
Che si scontrano con i motivi della vita
Continuo a ritrovare ciò che evito
Scappo
Mi insegue
Lo rincorro
Eppure non so da cosa
Non credevo ci fosse altro da affrontare
“Traumi irrisolti”
Ancora?
Pensavo fosse tutto chiaro ed invece
Ancora la nebbia
Evidentemente c’è ancora della nebbia
Da diradare
Mi insegue da un anno

Eppure

Credo che sia il momento storico
La perdita di senso ha gettato molti nel non senso
Ed io mi credevo già forte
Non lo sono
È evidente
Non lo credevo
Ma è evidente
Accuso con più forza chi ci governa
Ci hanno ridotti a questo
Eravamo laici
E non lo siamo più
Eravamo liberi
Ed ora le catene si sono rivelate

La guerra santa
Il male da combattere
Lo scontro di religioni

Superstizione di stato

Nel mio quotidiano pone radici
Inquina

Il male
Il bene
Alibi ai giochi di potere
Siamo ancora qui
Dopo millenni di nuovo ci hanno irretito con la superstizione
Dopo millenni ci hanno portato al medioevo
Caccia alle streghe
Caccia al mio cervello
Chi lo ha sabotato?

Accuso con più forza chi ci governa
Guerra di religione
Perpetrata dai governi
Guerra di civiltà
Voluta dai governi
Guerra di potere
Venduta come guerra tra il bene ed il male

Burattini
Poveri
Piccoli
Burattini

Nel nostro vivere è entrata la superstizione
Cervelli violentati
Corpi stuprati
Perché non si accetta nessuna guerra
senza superstizione

Mi sforzo
Per ritrovare il confine
Parlare
Dare un piccolo urto
per ritrovare l’equilibrio tenendosi per mano

La mia religione
La tua religione
Non è questo in guerra
Ma i potenti che devono spartirsi il potere
Unico male
Terreno

Annunci

5 commenti »

  1. giosannino said

    quelle come te potrebbero diventare spine nel culo dei potenti. forse è di questo che c’è bisogno. a furia di stare a guardare ci siamo assuefatti. comincia dal grande ma – forse peggio – facciamo lo stesso nel piccolo. quando le istituzioni ci toccano da vicino. azz…

    Mi piace

  2. tasti said

    Ciao Giosannino…
    mia madre, ieri l’altro, ha avanzato una proposta partendo dal seguente assunto:
    “poichè hai fatto mille cose e ancora non sei riuscita a far nulla… ho pensato: perchè non ti dai alla politica?”….
    😀

    Mi piace

  3. giosannino said

    uhm…non farlo: i politici sono come i pannolini, vanno cambiati spesso. E per lo stesso motivo! 😉 (dall’ultimo film di r.w.)

    Mi piace

  4. demone said

    Ti ammiro molto per la forza che ci metti. C’è stato un tempo in cui avrei fatto altrettanto. Oggi le mie priorità sono state forzatamente cambiante ma mi solleva incontrare persone come te… ( fine della sviolinata… 🙂 )

    In questo post però c’è ancora qualcosa che mi sfugge, che sembra scritto tra le righe, che va al di là di ciò che è palese. E che un po’ mi angoscia anche.

    Mi piace

  5. tasti said

    Giosannino: …non lo farò, ma se lo facessi scommetto qualunque cosa che verrebbe varata una legge per ridurre lo stipendio dei politici… Son certa che se venissi eletta… il giorno dopo… per legge… il politico dovrebbe essere assunto a tempo determinato, non avrebbe contributi, assistenza sanitaria, ferie, anzi, dovrebbe trascorrere coattivamente i suoi momenti liberi in una struttura riabilitativa, mostrarsi in pubblico col capo cosparso di cenere e… ma..?!… allora….potrei utilizzare la mia sfiga per sconvolgere il sistema politico..!!!!!.. mmmmm…..
    🙂

    Demone: hai ragione, c’è qualcosa che non è espresso, l’angoscia però è passata perchè… avevo bisogno di buttarla lontano da me. Ci sono momenti in cui anche le persone nate con il sorriso nel cuore si sentono arrivare l’ombra, è arrivata anche per me, dura poco per fortuna, è già stata spazzata via. E adesso solo qualche nuvola sparsa da soffiare lontano.
    Le persone come me… “un tempo avresti fatto altrettanto…” ci sono momenti per tutto, poi ritorna, garantito, se vivi dentro il tuo tempo tornerà il momento in cui, per forza, non potrai più stare zitto.
    Adoro le sviolinate….
    😀

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: