Schiavi


Qualcuno faccia qualcosa
Non un partito perchè il partito è di parte, asserisce con grande semplicità Mononoke
Io non c’ero mai arrivata a questa semplice considerazione
Non un partito di parte, sono d’accordo
Il problema è che ci sono diverse esigenze che ci separano.
Il problema è che io sono di parte
La mia idea di quel che è giusto differisce da quella di altri
La mia soluzione ad un problema diventa un problema in più per te
Il mondo che vorrei ha regole che vanno rispettate, perchè riconosco che ci sono esigenze che fanno assumere atteggiamenti che non condivido
Regole che limitano la mia e la tua libertà, meno liberi tutti e due forse riusciamo a convivere
Il mondo che vorrei è basato sulle conquiste culturali e sociali dell’umanità
Ma so che ci sono nature indomabili
Io lo ricordo il passato, quello in cui l’incesto e la pedofilia era simbolo di ignoranza, di sopraffazione
Ricordo che in Grecia le donne non avevano ruolo sociale
Ricordo che l’Impero Romano assoggettava con la violenza i popoli
Ricordo che durante il fascismo qualcuno spariva per sempre e nei paesi sovietici qualcuno spariva per sempre
Anche a Cuba qualcuno sparisce per sempre
Nonostante io ricordi Fidel Castro e l’amicizia che lo ha unito al Che.
Ma non è il posto in cui vorrei vivere, non lo vorrei per nessu altro
Ricordo l’Inquisizione.
Ricordo Bush che gioca a golf il giorno del primo attacco in Afganistan e
ricordo Bertinotti che mostra al mondo la Folgore, vetrina d’Italia.
Immagino Mussolini che applaude Bertinotti.
Ricordo che milioni di bambini, uomini e donne muoiono di fame e di malattia ogni giorno
Ricordo che ci sono stati Gesù Cristo e Gandhi.
Ricordo
E cerco nel futuro qualcuno che sappia conquistare l’anima delle folle con un messaggio semplice
Invece vedo qualcuno che conquista le folle con messaggi folli
Ascolto
Ascolto follie conclamate come verità assolute
Ma ho anch’io verità assolute
Vorrei libertà per l’espressione di tutte le religioni che mi assomigliano
Quelle troppo distanti no, non voglio si possano esprimere liberamente.
Io so qual è il mio guaio: divido il mondo in bene e male con le mie misure
E pongo a misura di tutto le mie unità
Lo so, è un male, ma l’opposto non è un’altra misura, è non prendere posizione
Un’altra misura mi violenta il cervello, quella in cui ognuno è libero di fare quel che vuole a danno di chi non è così scaltro da opporsi
La misura del consenso
La democrazia è basata sul consenso
Eppure alle volte il consentire non è libertà, solo incapacità al dissenso
Ci sono alcune follie a cui non riusciamo ad opporci: la mercificazione dell’essere umano, la distruzione dell’ambiente, la soppraffazione dei deboli
Siamo complici consenzienti
Non cerchiamo più il bene, cerchiamo di scappare dal male maggiore.
Il Bene è sparito dai nostri traguardi
Il Giusto non ha più alcun contorno
E temiamo l’Amore tanto quanto la Felicità, ci rendono vulnerabili, esposti
Il Padre Padrone ha sostiutito il Buon Padre e, scioltosi da ogni legame parentale, è rimasto il Padrone.
Della mia vita.
Dei miei sogni
Della mia aria
Del mio cibo
Dei miei organi
Dei miei figli
Della mia anima
Alcune cose dovrebbero essere impossibili da contestare.
Invece vengono perseguite
Non mi fido di chi nasconde egoismi meschini dietro citazioni importanti.
Giudico chiunque, con la mia testa, con le mie ignoranze, con i miei limiti
Giudico me stessa
Giudico te
Giudico gli intellettuali
Giudico i governanti
Io lo faccio
Perchè sono schiava, non complice del mio padrone

Non è ancora cambiato nulla, solo i modi, il risultato è sempre another brik in the wall:

Pink Floyd

Another brik in the wall

We don’t need no education
We don’t need no thought control
No dark sarcasm in the classroom
Teacher leave those kids alone
Hey, teacher, leave those kids alone!
All in all it’s just another brick in the wall
All in all you’re just another brick in the wall
 

Annunci

7 commenti »

  1. anche io “cerco nel futuro qualcuno che sappia conquistare l’anima delle folle con un messaggio semplice, invece vedo qualcuno che conquista le folle con messaggi folli”…bellissimo post Tasti

    Mi piace

  2. tasti said

    Ciao Capitanmongozo!
    cerchiamo insieme, allora!
    (porti tu la birra, ovvio)
    Credo che siamo ormai un numero considerevole in questa cerca e spero che qualcosa di buono ne uscirà, credo che non ci accontenteremo più di vivere nel nostro piccolo orto. E’ tempo di varcare i cancelli…. e abbattere i muri, di nuovo.
    🙂

    Mi piace

  3. giosannino said

    io credo che questa fase stia per finire. credo che il momento del guardo e mi anniento volga al termine. la consapevolezza del fare sta tornando. l’io sono, timorato di (dio?)… forse, ma di certo non sottoposto a Padre Padrone di vita imposta. credo che il processo sia appena iniziato. la nuova svolta. la mia paura è che la svolta non sia abbastanza profonda (palle, in altre parole) per cambiare davvero il corso delle cose. poi guardo-non guardo ormai da mesi la tv e so che nulla cambia finchè quella è il potere più influente. politico sociale “educativo” addirittura religioso, ormai. io credo nell’enormità neuronica che gira in rete. soprattutto dopo post di questa portata.

    Mi piace

  4. tasti said

    @Giosannino… scambi epistolari che sollecitano nuove riflessioni.

    La nuova svolta… non lo so, non tutte le svolte significano miglioramento collettivo, non vedo sinceramente molti impegnati in questo senso, vedo tutti pronti a sbranare “il nemico”. Come lo sono io su quello che ritengo “irrinunciabile” e capisco che si tratta solo di confini, anche per me.
    “l’io sono, timorato di (dio?” …legge?)… ci devo riflettere, ero ferma “all’io sono (…sottoposto?)”, la tua aggiunta devo “elaborarla”.

    Spiacente ma non ho le palle, dovrò apportare qualcosa di ovarico… Ma non credo che il processo sia iniziato al meglio e per il meglio.
    Stiamo ancora parlando con parole vecchie, siamo ancora uomini vecchi e la sopraffazione è ancora l’unica arma che conosciamo.

    “Eros e Thanatos” lo scontro è arrivato al cuore del problema e affrontandolo con la sopraffazione …non è che abbia grandi dubbi sul vincitore.

    grazie per gli spunti di approfondimento, notevoli….
    😉

    Mi piace

  5. giosannino said

    tra chi sbrana, quelli che raccolgono i cocci e lavorano di colla stanno aumentando. chiamala speranza se credi, ma io li vedo. (il punto di domanda su dio era per via di sensazioni inconsce, almeno nel personale). grazie a te

    Mi piace

  6. luCap said

    trovo il link sul blog di giorgio,
    e passando di qui mi accogli con il capolavoro
    dei pink floyd..passerò a rileggerti con calma, intanto
    vivo un bel dejavù pensando a due mesi fa, il concerto di roger waters
    a milano… saluti, luCap

    Mi piace

  7. tasti said

    @ Giosannino… se non avessi speranza…

    @ LuCap… benvenuto, sono passata da te e necessariamente ti si deve leggere con calma…

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: