Dell’amore e di altri guai…


…..

(Questo video non è più disponibile a causa di un reclamo di violazione del copyright da parte di The Music Publisher…. SIGH)

Prince – Purple Rain Live in Tokyo

 

Immagino che ogni tanto dovrei darmi ascolto.

Il più delle volte invece chiedo ad altri di ascoltarmi.

Grande errore, credo che se abbiamo il dono della parola è soprattutto per avere la possibilità di ascoltare noi stessi perchè il pensiero non ha la stessa efficacia della parola. Prova ne è la grande superstizione attorno a quel che si dice: dire equivale ad evocare. “Te la chiami”.

La cosa più difficile non è amare ma lasciarsi amare. Ci sto ancora pensando. Vale per me, ovvio, e credo mi colpisca perchè vale molto per me. L’ho scritta io sul blog della dolcissima Arya.

Scrivo sempre senza l’ausilio del cervello, anzi, per dirla tutta alle volte non credo sia io a scrivere, credo che tutto parti dal cervelletto, o dovunque sia sistemato il subconscio, per questo amo scrivere. Poi mi rileggo e scopro cosa penso, cosa so, chi sono diventata.

Lasciarsi amare. In effetti non sono propensa al lasciarmi amare, mi piace amare, mi piace coccolare, mi piace regalare, mi piace sognare, ma…. mi ha sempre infastidita essere oggetto di amore altrui. Intendo amore nel senso di relazione sentimentale con implicazioni sessuali. Mi piacciono le implicazioni sessuali, anzi… se la memoria non mi inganna… mi piacevano proprio parecchio….

Non so, forse capita a tutti di prendersi una pausa, io comunque sono in pausa e ne approfitto per fare di nuovo la mia conoscenza.

Si cambia tanto durante la vita. Si cambia fisicamente, ma si cambia anche dentro e quello che credevi saresti diventata non lo trovi, trovi qualcun altra, trovi un’altra vita, attraversi gioie e dolori che mai avresti pensato e questo ti cambia.

Tra le gioie e i dolori che ho avuto vincono di certo le gioie, sono una donna fortunata, sono fortunata perchè non ho mai creduto scontata la gioia, perchè non credo esista nemmeno una singola gioia scontata, perchè sono fortunata e la vita mi ha regalato davvero tanto. Però tutti regali meritati…. per simpatia.

Ma i dolori ci sono stati. Uno, legato all’amore, avrebbe potuto spezzarmi. La nostra mente è di cristallo, il cristallo è fragile. E l’amore conosce la strada per arrivare ad incrinarci non solo il cuore, anche la mente.

Lasciarmi amare. No, non è così facile che io mi lasci amare. Non lo è mai stato. E’ un’altro modo di dire qualcosa di me che conosco, il mio essere indipendente, il mio non bisogno di un compagno, ma è un altro modo di dire che non ho mai applicato a me stessa. Mi ha sorpresa.

Amare è semplice, amare e combattere per chi ami, amare e soffrire per chi ami, amare e dimenticare chi ami, amare e ritornare da chi ami. Amare è facile, anche quando fa male da morire.

Lasciarsi amare. Accogliere qualcuno che pone in te il suo amore ed esserne custode. Non credo di averlo mai fatto in tutta la mia vita. Ho sempre e solo amato.

Credo di aver sbagliato.

Annunci

9 commenti »

  1. Arya said

    Ahi Tasti, vorrei tanto un cervelletto funzionante quanto il tuo… Forse troverei le soluzioni che cerco, ma nel mentre sono contenta che i tuoi consigli mi aiutino così tanto. Vedere l’amore degli altri e venirne sfiorata mi ha mandato in confusione, spesso amiamo chi non ha voglia di lasciarsi amare da nessuno e non ci accorgiamo che siamo amati a nostra volta. Io mi sono fatta amare e tanto ma ora tutto quello mi sembra lontano anni luce, e vivo una situazione irreale ma di cui finalmente comincio a vedere la fine. Un abbraccio e ancora grazie della tua saggezza millenaria… 🙂

    Mi piace

  2. tasti said

    Ahi Arya, vorrei tanto avere il cervello funzionante invece che vivere di improvvise illuminazioni…. grazie anche alle tue riflessioni.
    Non lo so, credo di essere sempre stata dalla pare di chi non si lascia amare… e non è esattamente una bella scoperta. ma forse è solo un calo di zuccheri, vado a mangiare qualcosa.
    😉

    Mi piace

  3. giosannino said

    eccheccazzo, avevo lasciato un commentone pensato e neppure appare!
    ad ogni modo il senso era: tu hai stile anche nel non lasciarti amare, mica cazzi!
    ciao

    Mi piace

  4. tasti said

    @giosannino….eccheccazzo, sapessi quante volte capita a me da te! “mica cazzi” è esattamente il momento storico, non infierire, lo stile è il mio e non c’è salvezza, peccato per il commentone. Avrei gradito.
    🙂

    Mi piace

  5. luCap said

    chao tasti! che piacere..era un sacco che non ci scrivevamo, sui rispettivi blog.
    a presto, grazie del passaggio, ora ti leggo pur’io con calma! 😉 luCap

    Mi piace

  6. mononoke said

    azzo tasti.. questo avrei poutto scriverlo io.. non bene come te naturalmente.. fa più paura forse.. lasciarsi amare che amare.. il mare del nostro amore per gli altri in parte lo conosciamo e comunque sappiamo navigarlo.. ma lasciarsi portare in un altro mare.. già.. sai che penso che forse ci vuole proprio qualcuno che ci freghi un po’.. e ci porti via.. chissà.. besitos

    Mi piace

  7. tasti said

    @mononke…. io devo metter già mari di parole e tu un paio di pennellate e l’acquarello è pronto. Sono un pò in crisi…. scoprire a anni 39 che amare e lasciarsi amare sono due cose distinte, in me mooooolto distinte dai miei distinguo, dalle mie regole, dai miei spazi, dal mio amore, persino dal mio amore…. azzo, Mononoke, ma significa che non so che sapore ha l’amore di qualcuno che ti ama? lasciarsi amare è un’altra cosa… credo di aver bisogno di altri mari di parole per spiegarmelo. Ti abbraccio

    Mi piace

  8. alessia said

    ciao è vero spesso capita che abbiamo paura di essere amati…puo sembrare strano ma è cosi…tanta fatika per amare una persona e conquistarla e poi al momento che quella persona ricambia ci sale una paura immensa…forse la paura di perdere le proprie abitudini ad ogni modo ciao

    Mi piace

  9. tasti said

    @Alessia… benvenuta, paura di amare? non so, non io che di solito mi butto in perfetto stile incosciente. Non perdere le proprie abitudini si, in questo sono un asso, le mie abitudini non si toccano, questione di incrostazioni. Ma lasciarsi amare è una sfumatura diversa dall’amare, come un’attenzione ai modi dell’altro, come permettere che qualcuno ti mostri qualcosa di diverso, io invece ho sempre gestito e dettato le regole. “adesso ti dico come devi amarmi”… è molto triste.

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: