Mi voto e mi rivotu….


E’ la frase di una malinconica canzone siciliana.

Mi votu e mi rivotu.

Insomma non trovo pace. Ma è una canzone d’amore ed io non amo nessuno (parlando di amore con implicazioni sessuali). Però rende bene il mio stato d’animo. Mi votu e mi rivotu.

E potrei anche dire vota ca t’arrivota, in effetti renderebbe anche meglio il momento.

Come dire “cambia e arriveranno i cambiamenti”.

Forse.

O forse vuol dire che la vita ti “volta e rivolta” come vuole.

Non lo so.

Quello che so è che oggi sono andata a comprare colori ad olio, pennelli e libri.

Urgono coccole.

Perchè la prospettiva è di nuovo cambiata, Verona non molla.

Non sono felice, non posso esserlo perchè i miei affetti sono altrove, perchè ho nipoti che crescono senza di me e genitori che invecchiano, che desiderano avermi accanto tanto quanto io desidero averli accanto.

No, non sono felice di star lontana da loro. Che però non è come dire che non sono felice di stare a Verona.  Certo che “felice” di stare a Verona no, non chiedete troppo ad una fragile donna… insomma è una città migliore di tante altre. Poi è bella. Verona è bella. E credo che emani energie, è stata la prima sensazione che ho avuto di Verona, come se dal terreno si sprigionassero energie. I veronesi somigliano agli agrigentini, nessuna significativa discordanza, è l’atmosfera generale che è opposta: a Verona sono tristi ad Agrigento sono allegri. Che non è proprio un dettaglio ininfluente nel vivere quotidiano.

Insomma non vado via. Scelta professionale. Credo che andrò a comprare anche la scorta invernale di nutella.

E mi autodedico una bella canzone.
Test e Musica di Carlo MURATORI

Fermu attentu. Rispiru lentu.

Tempu a lu tempu,  tempu a lu tempu

Cocciu du luci, vampa lucenti

Kujeta la menti, Kujeta la menti

Sorti, svintura, suli, scurura

sira, matina, notti nun dura

Cjiatu di l’arma, fimmina, amanti

matri, signora forti, putenti

Kujeta la menti, Kujeta la menti

Annunci

10 commenti »

  1. Luciano said

    Lieto della tua permanenza in questa bella città proprio mentre io medito di lasciarla…. almeno stagionalmente. Comunque è vero, i veronesi sono abbastanza tristi… che so, sarà la nebbia, l’amore fasullo che permea la casa di Giulietta… BOH

    Mi piace

  2. Uhm si, ho un’idea per te. Potresti provare a prendere un pennello,intingerlo nella nutella e quindi dipingere!
    Già vedo il titolo del quadro: “Sicilia a Verona” – Nutella su tutela, 2007, Tasti
    ;-))

    Mi piace

  3. Cioè volevo dire, “Nutella su tela”….mannaggia m’è scappato un tu in più

    Mi piace

  4. giosannino said

    bé, io ti coccolerei. sicuro. anche senza nutella.
    🙂

    Mi piace

  5. tasti said

    @Luciano… e la mia granita siciliana? prima di andar stagionalmente via ci si vede? veronesi tristi anche quando c’è poca nebbia e …. perchè amore fasullo?????? Va bene, è una messa in scena, ma se c’è una cosa che adoro di Verona sono i messaggi, le firme, le coppie, i gruppi di turisti, il pellegrinaggio continuo alla giovinetta simbolo dell’amore giovane e impetuoso…. e un bacio su Ponte Pietra è un bacio irripetibile. Oh… merd… e com’è che ora m’è uscito tutto ‘sto romanticismo? aaaarghhhh…

    @Capitanmongozo…
    di nuovo capovolta dalle risate…. credo che diventerà il titolo di un post, ovviamente avrai i diritti d’autore!
    😀

    @Giosannino/Cuordiluce… ci provi? wow!
    😉

    Mi piace

  6. Arya said

    Tasti che diventa una romanticona… Ma il quadro poi lo posso assaggiare…pardon comprare io? Buona permanenza nella tua casa d’adozione, che vedo ti vuole bene e merita la tua presenza 😀

    Mi piace

  7. tasti said

    @Arya…e tu pensi che io riuscirei a terminare un quadro spennellato di nutella? Molto Penelope versione hard, ma solo involontariamente…. è la nutella che si presta! Romanticona io, non c’è più religione! 😀
    Grazie, dolce Arya.

    Mi piace

  8. Mariottola said

    tesò, te lo dico da amante folle di alcune parti della Sicilia, da discretamente freddina nei confronti di Verona: la devi smettere.
    smettere di dividere il mondo in Nord e Sud.
    smettere.
    credimi.
    e se te lo dico io, che mi ritrovo a ricomporre la frattura tutti i giorni, puoi credermi. si può trovare gente tristissima ad Agrigento e contentissima a Verona, in proporzioni che non immagineresti.
    che poi i Veronesi siano “bla bla bla” (quello che vuoi tu) posso essere daccordo per quello che entrambe abbiamo sperimentato, che poi gli Agrigentini siano “bla bla bla” (idem) anche…ma continuare a tormentarti e sentenziare che là è meglio di qua non ha senso…no?
    tanto qua stai, e se andassi la sei DAVVERO arcisicura che sarebbe tanto bello come credi?
    bbraccio

    Mi piace

  9. tasti said

    @Tesò… te lo dico da amante folle della Sicilia… NON POSSO FINIRLA!!!!!! Non è che là è meglio di qua, lo è per me, come lo è per chiunque abbia delle radici solide in un luogo. Per puro caso vivo in una regione stupenda, in una città d’arte (Verona urbanisticamente è mille volte più bella) nella valle dei templi, in riva al mare… e questo insomma è comunque solo la cornice… no è tutto il quadro. Poi ho il cordone ombelicale non tagliato che dopo quarantanni si è pure incallito… No, Mariottola, non si può finirla quando ogni sera senti il dolore della separazione e purtroppo so che non si attenua, e sono arcisicura che sarebbe bello come credo, è casa mia.
    Per quanta capacità io abbia di adattarmi è comunque vero che sono malata di nostalgia di casa, reggo perchè ho costruito una professionalità, perchè Verona è stata generosa con me, ma lo è stata anche la mia terra, a Verona sono arrivata chiamandomi Pinco Pallino e ho avuto opportunità, è una grande soddisfazione e motivo di orgoglio per me, ma ero andata via da un amore, non dalla necessità di un lavoro. E sai bene che negli ultimi due anni è stata una follia il mio lavoro.
    Non posso non piangere per il distacco.
    Ma grazie per il tentativo di ridimensionamento.
    Ti abbraccio forte

    Mi piace

  10. Fabio said

    Ciao a tutti.
    Mi chiamo Fabio, ho 29 anni e sono nuovo in questo forum…
    Avendo letto un bel po’ di post, non posso fare a meno di chiedere a tutti i domiciliati a Verona, o a chi Verona la conosce bene, il più alto numero di consigli che si possa dare ad un povero siciliano che dopo aver passato 1 anno e mezzo tra Milano e l’alta Brianza si è deciso a trasferirsi in questa famosa città. Verona…ebbene sì: agosto non è il mese migliore per cominciare una nuova esperienza professionale in una città assolutamente sconosciuta?
    Vi prego, datemi consigli su tutto, sulla gente, sulla vita diurna/pomeridiana/notturna, sui week-end, sulla eventuale filosofia veronese, sugli usi e i costumi, i posti da non perdere o viceversa insomma…inoltre le case in affitto, i supermercati giusti e tutto quello che mi vorrete comunicare sarà gradito sempre e comunque.

    Un grazie mille a tutti. Se è troppo quello che volete raccontarmi – così come spero… – avvaletevi pure della mia mail personale (chi se ne frega…ormai il mio indirizzo ce l’hanno tutte le migliori aziende truffaldine d’Italia, degli sconosciuti mi fido di più!)

    Grazie ancora,

    Fabio.
    fabiomarley@tiscali.it

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: