Schierata io? Veramente si: ho il vizio della scelta.


Bene, si continua con le segnalazioni, questa volta è Mononoke che invita alla lettura di un articolo di Giulietto Chiesa. (Megachip, avete presente?)

Vorrei ricordare che Giulietto ha invitato Beppe Grillo al Parlamento Europeo (qui il link con audio dell’intervento), il 6 luglio scorso, dove oltre a parlare di ambiente e finanza, ha lanciato il V-Day.

Dal Manifesto del 20 settembre 2007

Mancano idee e coraggio a sinistra di Paperino
di Giulietto Chiesa

Andrò alla manifestazione del 20 e invito a partecipare tutti quelli che la pensano come me, e dintorni. Ci vado per tanti motivi, il primo dei quali è la mia solidarietà con i lavoratori metalmeccanici. E la necessità di rimettere il lavoro al centro dell’attenzione non solo della sinistra ma dell’intera, io credo maggioritaria, opinione pubblica democratica del paese.
Ci andrò, il 20, a maggior ragione dopo il Vaffanculo Day. Perché penso che, se la giusta spallata che Beppe Grillo ha dato alla classe politica italiana dovesse «finire male» (come molti commentatori e membri dell’oligarchia, che non aspettano altro, si affannano a profetizzare) la responsabilità primaria sarebbe della parte della classe politica che ancora non è interamente soggiogata alle esigenze dei poteri forti.
Parlo della sinistra che io chiamo istituzionale (in polemica con il termine «radicale» che le è stato ingiustamente affibbiato) e che si colloca, almeno spiritualmente, «a sinistra di Paperino» (non so chi abbia inventato questa espressione, ma la trovo azzeccata), cioè del Partito democratico. E’ ad essa che spetta di dare risposte, visto che gran parte dei seguaci di Grillo sono – come risulta dai sondaggi, ai quali credo – di sinistra, mentre un’altra parte, non meno grande, è fatta di gente (giovane) che non è di sinistra perché non l’ha mai incontrata in vita sua, non la conosce e l’accomuna al resto della classe politica nel suo disprezzo.
Andrò alla manifestazione del 20 perché penso che sia nell’interesse del paese. Perché un governo che continua a mettere al centro della sua azione essenzialmente la crescita del prodotto interno lordo non è in grado di fare fronte ai tremendi compiti che si delineano sul vicino orizzonte. Tra questi, prioritaria, è la questione del clima e quella, ad essa correlata, dell’energia.
Abbiamo di fronte una manciata di anni per affrontare (non dico risolvere) questioni che riguardano la vita dei nostri figli e siamo soffocati da un’ignoranza generalizzata. Nessuno (anche nei media, nella tv pubblica) sembra preoccupato del fatto che lo stesso, ahimé realistico, obiettivo (europeo) di contenere la crescita della temperatura del pianeta entro i 2 gradi centigradi significherà comunque catastrofi immense e grande dolore umano. Chi pensa che riguarderà soltanto i poveri del pianeta, si sbaglia: anche noi ne saremo investiti, e, in massa, siamo impreparati.
Una classe politica (e io direi anche imprenditoriale) così stupida non merita di essere trattata meglio di quanto abbia fatto Beppe Grillo, ma una risposta energica e meditata deve seguire la spallata. Vogliamo lasciare a Grillo l’onere di formularla? Mi aspettavo e mi aspetto dai partiti della «cosa rossa» qualche cosa di più degli attuali balbettii. Al Parlamento europeo ho voluto dare forza a Sinistra democratica, aderendo alla sua frazione europea come indipendente. Ma da Roma non è arrivata nessuna idea fino ad ora. Non vedo ampiezza di vedute, respiro; non vedo segnali che abbiano capito, a sinistra di Paperino, che bisogna rinnovare forme organizzative e metodi di analisi della società.
Non stupisce in verità, perché anche loro hanno «perduto il contatto» con la gente. Altrimenti non avrebbero perduto mesi a discutere con Angius e Boselli. E, quando ho proposto di costruire una Fondazione, di creare una vera «maniglia» di massa, per studiare insieme, partiti e movimenti, dove sta andando il pianeta, per trovare insieme le risposte, tutto si è fermato.
Il 20 significa dare una spallata anche a questo impressionante immobilismo, che è un sintomo anch’esso del fatto che non solo la classe politica oligarchica non ha in testa null’altro che la deriva neoliberista, ma anche che a sinistra di Paperino mancano idee e coraggio. E che, se continua così, Paperino potrà svolgere il compito che i poteri forti gli hanno assegnato, cioè di farla finita con la democrazia liberale e con la Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza.
Andrò il 20 alla manifestazione perché voglio gridare forte contro la guerra che sta per cominciare contro l’Iran, e contro la base di Vicenza, e contro le spese militari in aumento, e contro la follia suicida delle oligarchie belliche americana e europea.
Andrò alla manifestazione del 20 ottobre anche perché penso che, se c’è una via per salvare la sinistra, la democrazia, il paese, è quella di costringere il sistema mediatico a dire la verità sullo stato del mondo. Dico costringere sapendo quello che dico. Neanche il migliore dei governi potrà infatti prendere, negli anni a venire, le decisioni dolorose che s’imporranno (di nuovo sul clima, sull’acqua, sull’energia, sulla vita organizzata delle nostre città) senza un minimo di consenso. E milioni di cittadini ignari del pericolo non potranno darglielo, educati come sono a essere consumatori compulsivi. Se la televisione non glielo spiegherà, con tutta la crudezza necessaria, non potranno né sapere, né capire. E allora, sinistra istituzionale, come puoi pensare di fare fronte, e di non essere travolta tu stessa, senza porre sul tappeto la questione di una informazione e comunicazione democratica? Dovresti saperlo, sinistra istituzionale, che Paperino andrà oltre la lottizzazione, privatizzerà anche la tv pubblica, ci elargirà una finta informazione buonista e bugiarda come quella di Gianni Riotta e di Clemente Mimun, di Bruno Vespa e della coorte dei pennivendoli che ne hanno seguito l’esempio.
Andrò in piazza il 20 perché abbiamo poco tempo

………

 

segnaletica

 

A ovest di Paperino è un film di Benvenuti – 1981 che non si riferisce al Paperino di Disney ma alla frazione di Prato “Paperino da Paperius, la famiglia fondatrice”

“La sindrome di Paperino” è quella di alcuni politici per la quale più fai cazza*e e più ti vogliono bene…

“a sinistra del PD” è un neonato punto cardinale nel mondo della sinistra in movimento…. avrei da dire su tutti i cambi di nome a cui ho assistito dalla svolta della Bolognina… ma vi risparmio.

per cui a sinistra di Paperino dovrebbe significare…. mmmmmh…a sinistra di quei politici affetti dalla sindrome di Paperino!  Ma si accettano altre ipotesi.

Annunci

5 commenti »

  1. “Ad ovest di Paperino.”…non era un film di Benvenuti con Athina Cenci?
    Comunque questa uguaglianza tra PD e Paperino suggerisce anche un’altro paio di riflessioni:
    – che il PD nasce e sarà sfigato (come amo ahimè ripetere PD sta anche per Probability of Default…)
    – che al contempo, però, dovrebbe risultare almeno simpatico!

    Ciao e grazie di aver ripreso il filmato di Ciprì e Maresco
    🙂

    Mi piace

  2. nandina said

    Io mi limito a perplimermi per il momento e non mi rassegno a credere che l’alternativa al PD sia Beppe Grillo, proprio non ci riesco, è più forte di me, che ci posso fare?

    Mi piace

  3. tasti said

    @Capitanmongozo… vero, ho aggiunto qualche indicazione stradale per orientare il popolo a sinistra della sinistra istituzionale e a destra della sinistra radicale…. minchia lo sapevo che finivo al centro!
    il PD è stato concepito sfigato… Probabily of Default …come tuo solito eccomi ribaltata: muhamuhamuha….
    Simpatico?….. aaaarghhhhhh. E credevo di averli io gusti discutibili!
    😀

    @Nandina…. benvenuta, perplimiti pure, nessun problema, fortuna vuole che il momento delle scelte importanti lo abbiamo alle spalle… ormai si fa per dire.
    Grillo alternativa al PD?
    Non credo che lo abbia mai pensato nemmeno lui. I meetup invece sono nati per essere propositivi e partecipi della vita pubblica. Sono nati per esserci e ci sono. Giovani incazzati che vogliono esserci. Mi stanno simpatici sempre i giovani incazzati che vogliono esserci… che farci?
    Giulietto Chiesa è un’ottima alternativa al PD, invece, almeno per me che vorrei non morire democristiana (incubi giovanili, non si chetano) e che del comunismo marxista ho sempre presente la capacità di analisi socio economica, unica e rivoluzionaria (ops!) e del comunismo italiano l’approccio ad un’economia per il bene comune (si dice oggi, allora si diceva “collettivo”)
    Del comunismo italiano è tipico il pacifismo, la scelta non violenta, l’antinuclearismo, l’ambientalismo, tutte scelte che ho fatto da adolescente e che, fortuna o sfortuna, riconfermo.
    Che farci?

    Mi piace

  4. nandina said

    uhm… ok, sono simpatici anche a me i giovani incazzati, e poi, dopo che ci si è incazzati (come faccio da quasi 20 anni tutti i giorni, ma con sempre meno speranza) che si fa, concretamente dico?

    Mi piace

  5. tasti said

    @Nandina…. bè, i meetup fanno già da tempo, a Verona sono orientati soprattutto contro l’inceneritore… ad Agrigento si metteranno a far casino contro il rigassificatore della valle dei templi…
    Grillo è arrivato in tv, i meetup no, ma fanno parecchio e non sono così sprovveduti come si pensa.
    Puoi fare moltissime cose, da sola e in gruppo, io ho evitato così l’ulcera perforata perchè incazzarsi e non fare non è salutare…
    Credo che occorra far casino, questo blog fa casino contro un vaccino, i meetup fanno casino per la qualità della vita, grillo fa casino contro i delinquenti al governo, stella fa casino (e lui si: mi ha perforato l’ulcera) e denuncia i misfatti della casta. Ci sono momenti storici in cui occorre esserci per evitare disastrose gestioni della cosa pubblica.
    Occorre: è senso civico.
    che fare? tanto, veramente tanto è quello che possiamo fare. Se vuoi suggerimenti più precisi… dammi un pò di tempo e ti scrivo una lista 😀

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: