Gardasil: affari e finanza per il Sole24ore.com (40)


da Il sole 24ore.com4 ottobre 2007

Vaccini, Merck prepara il grande colpo: Gardasil anche agli uomini

Il Gardasil, primo vaccino utilizzato contro il cancro della cervice uterina causato dal papillomavirus (Hpv), si candida, scrive
l’agenzia Bloomberg, ad arricchire chi lo produce, il colosso farmaceutico americano Merck. Utilizzato finora solo per proteggere direttamente le donne, il farmaco sarà prodotto anche per la somministrazione agli uomini (che giocano un ruolo-chiave nella trasmissione per via sessuale) e questo dovrebbe fare decollare definitamente le vendite, che in soatanza potrebbero raddoppiare.

Le previsioni, scrive ancora Bloomberg, parlano di ricavi record per 1,4 miliardi dollari soltanto nell’arco dei primi dodici mesi, dal momento che una spinta decisiva arriverà delle politiche governative di prevenzione. La Merck, che dal via libera delle autorità sanitarie negli Stati Uniti a giugno 2006 ha guadagnato il 50% del valore in Borsa, in questa fase sta testando l’efficacia del Gardasil sugli uomini. Un successo che ha contribuito in maniera decisiva al danno causato dal Vioxx, l’antidolorifico accusato di provocare infarti cardiaci il cui ritiro dagli scaffali a settembre 2004 causò la caduta del titolo (-31%). Il boom del vaccino anti-papillomavirus, che costa tra i 300 e i 360 euro, porterà benefici a cascata anche da questa parte dell’oceano, in particolare alla francese Sanofi-Aventis, che vende Gardasil in Europa: entro il 2012 i ricavi potrebbero crescere a 1,1 miliardi di dollari.

La diffusione del Gardasil è stata contrastata da un’azione di lobbying di gruppi religiosi preoccupati che il farmaco possa dare forza a comportamenti sessuali sempre più promiscui. D’altra parte il vaccino è sostenuto dal Centro per il controllo e la prevenzione della malattie degli Stati Uniti, che lo ritiene essenziale per ridurre l’incidenza delle neoplasie della cervice uterina, tumore secondo solo al carcinoma mammario nella classifica delle cause di morte tra le donne in America.

Il papillomavirus è sospettato di essere responsabile dell’incremento del tumore alla gola anche in soggetti che non sono forti bevitori né accaniti fumatori: in questo giocherebbe un ruolo primario il sesso orale e la letteratura scientifica attribuisce la metà dei carcinoma alla gola proprio all’Hpv. Merck ha tratto vantaggi considerevoli anche dall’avere battuto sul tempo la concorrenza britannica di GlaxoSmithKline, che ancora non ha ottenuto il via libera per un prodotto analogo, il Cervarix, negli Usa. Le vendite sono appena partite in Europa, un anno dopo il Gardasil.

Al sole 24 ore non sanno evidentemente che oltre la lobbying di gruppi religiosi ci sono università prestigiose che esprimono dubbi sul vaccino. Dubbi scientifici, non etici o morali. Dice bene il nostro caro Ministro della Salute Livia Turco:
“quella del vaccino HPV, come voi sapete, è una questione molto delicata, sulla quale è in corso una discussione non indifferente all’interno del mondo medico e della comunità scientifica, in ordine ai seguenti temi: la sua efficacia; quale sia l’uso più appropriato; come fare per non agire sotto l’impulso delle case produttrici; come fare sì che ci sia una concorrenza anche tra case produttrici; come conciliare la libertà dell’uso di un vaccino con la vaccinazione pubblica.”

No, al sole24ore non lo sanno. Qualcuno li informi.

da xagenasalute.it

Vaccinazione anti papillomavirus: dati di sicurezza del vaccino Gardasil dal database VAERS
Giovedì 11 Ottobre 2007 – La sicurezza del vaccino Gardasil non è ancora ben definita.
Le informazioni contenute nel database VAERS ( Vaccine Adverse Reporting System ) fanno ipotizzare che il vaccino quadrivalente ( HPV4 ) sia associato anche ad eventi avversi gravi.Il sistema VAERS è un’iniziativa dei CDC ( Cennters for Disease Control and Prevention ) e dell’FDA ( Food and Drug Administration ), e raccoglie a partire dal 1990 le segnalazioni di reazioni avverse dopo somministrazione di vaccini, approvati negli Stati Uniti.
Tuttavia, non tutte le reazioni avverse riportate nel sistema VAERS sono da attribuire ai vaccini.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: