Libertà di stampa. Rapporto 2007


La sintesi tratta da raiutile.rai.it:

Libertà di stampa: il rapporto Rsf 2007

5 novembre 2007

Nel sesto rapporto sulla libertà di stampa nel mondo, pubblicato da Reporters sans frontieres, l’Italia si piazza al 35° posto, salendo di cinque posizioni rispetto all’anno precedente. Secondo il World Press Freedom Index 2007, l’Italia ha arrestato il suo crollo nella classifica, anche se i giornalisti restano “sotto la minaccia di organizzazioni mafiose che impediscono di fare il loro lavoro in tutta sicurezza”. Il rapporto ha preso in considerazione 169 paesi: Eritrea, Corea del Nord, Turkmenistan, Iran, Cuba, Birmania e Cina rappresentano l’area più nera per la libertà di stampa e più difficile per chi lavora nel settore.

Per approfondire: www.rsf.org

la parte relativa ai blogger nel rapporto 2007:

La repressione dei governi non ignora i blogger

Internet sta occupando sempre più spazio nella ripartizione delle violazioni della libertà di stampa. Diversi paesi sono caduti nella classifica di quest’anno a causa di gravi e ripetute violazioni del libero flusso di notizie e informazioni online.

In Malesia (124a), Tailandia (135a), Vietnam (162a) ed Egitto (146a), per esempio, i blogger sono stati arrestati e notizie e siti web sono stati chiusi o resi inaccessibili. “Siamo preoccupati per l’aumento dei casi di censura online”, ha dichiarato Reporter senza frontiere. “Sempre più governi hanno capito che Internet può svolgere un ruolo chiave nella lotta per la democrazia e sono la creazione di nuovi metodi di censurare. I governi dei paesi repressivi hanno ora attaccano con la stessa forza blogger, giornalisti online e i giornalisti dei media tradizionali. ”
Almeno 64 persone sono attualmente in carcere in tutto il mondo a causa di ciò che ha postato su Internet. La Cina mantiene la sua leadership in questa forma di repressione, con un totale di 50 cyberdissidenti in carcere. Otto sono incarcerati in Vietnam. Un giovane uomo conosciuto come Kareem Amer è stato condannato a quattro anni di carcere in Egitto per il post sul blog criticando il presidente islamista e di controllo del paese università.

http://www.rsf.org/article.php3?id_article=24021

_________________

L’Italia al 35° posto…. attendiamo fiduciosi la classifica del 2008, dopo l’entrata in vigore del decreto ammazzablog, per scivolare allegramente moooolto più in giù.

Annunci

4 commenti »

  1. demone said

    Sai che però pensavo peggio….
    In fondo i cugini di Francia sono al 31esimo posto e gli Stati Uniti sono al 48esimo… Io comunque comincio ad informarmi sul costo dei monolocali a Reykjavík, male che vada l’anno prossimo mi trasferisco là…. 😦

    Mi piace

  2. tasti said

    @demone… in un monolocale staremmo strettini, dai, uno sforzo e prendiamo un bilocale… letti a castello?
    😉

    Mi piace

  3. demone said

    Vada per il bilocale allora, magari anche con una terrazza… Letti a castello? per me va bene ma io dormo sopra :mrgreen:

    Mi piace

  4. tasti said

    @Demone… bè, ovvio, non vorrai farmi salir e scendere scale alla mia età? Terrazzato che così posso far giardinaggio… cavoletti di Reykjavík, mica fiori.
    😀

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: