Cuffaro….meglio dimettersi che essere sospeso….


“Mi dimetto” …. che è sempre meglio di essere sospeso:

Gli uffici legislativi del ministero degli Affari Regionali, degli Interni e di Palazzo Chigi: va sospeso
Gli uffici legislativi del ministero degli Affari Regionali, degli Interni e di Palazzo Chigi, al termine del primo “giro” di confronto, hanno giudicato senza dubbio sufficienti gli elementi contenuti nella sentenza di condanna di Cuffaro per decidere la sua sospensione dal ruolo di consigliere regionale, e quindi da presidente della Regione. Secondo quanto si e’ appreso, per la stesura del parere definitivo si attenderebbe un ulteriore confronto perche’ le motivazioni siano le piu’ tecniche possibili, per evitare cioe’ che si possa ritenere la decisione un atto esclusivamente politico, e non un atto dovuto sulla base delle risultanze processuali. Una volta concluso, il parere dei tecnici sara’ consegnato al presidente del Consiglio, che dovra’ firmare il decreto presidenziale di sospensione di Cuffaro dalla carica.

In ogni caso….. CANNOLI PER TUTTI!

Oggi (forse…. scrivo in tempo reale alle comunicazioni urgenti all’ARS) si festeggia lo scioglimento anticipato del Parlamento della Regione Sicilia, pare il primo della storia, ottenuto purtroppo da un documento di sospensione in itinere e non dalla mobilitazione popolare.

Ma la mobilitazione popolare c’è stata, si è firmato con nome e cognome, si è mostrata la faccia schierandosi contro l’arroganza e contro i poteri forti.

E pare che anche la sig.ra Mastella avrà lo stesso dilemma di Cuffaro: dimettersi o essere sospesi? Un dubbio mica da poco, eh?….

Annunci

10 commenti »

  1. Giovanni said

    Della foga giustizialista non mi piace nulla. Ma quello che non sopporto maggiormente è l’insaziabilità!
    Chiedevate le dimissioni, le avete avute, ma non si placano sospetti e illazioni.
    Squallido spettacolo….

    Mi piace

  2. freesud said

    Cuffaro si è dimesso soltanto perchè il Consiglio dei Ministri, applicando la legge, lo stava cacciando in malo modo dalla sua poltrona.

    staff freesud

    http://www.riberaonline.blogspot.com

    Mi piace

  3. tasti said

    @Giovanni…. ehm… ce l’hai con me? In questo sito ti garantisco che ho censurato i commenti privi di contenuti, quelli del popolo dell’insulto, se ritieni che io sia un’insaziabile perché festeggio le dimissioni “obbligatorie” del Presidente Cuffaro….va bene, puoi esprimere la tua opinione liberamente.
    Dici “non si placano sospetti e illazioni”….. non sono sospetti né illazioni, non le mie e ti spiego perché: c’è una condanna in primo grado etc etc etc…. io non ho dato del mafioso a Cuffaro (gli ho dato del deficiente rischiando una denuncia) seppure non dimentico il giovane manniniano che aggrediva Falcone e Borsellino.
    se frequenti questo blog sai che sono dichiaratamente schierata a sinistra e decisamente a favore di un’Italia liberata dalla mafia e dalle connivenze mafiose.
    E’ la prima volta che l’Ars viene sciolta per atti conseguenziali a vicende inerenti alla mafia (Cuffaro è stato condannato in primo grado etc etc etc…) per me è il caso di festeggiare.
    Su Cuffaro ribadisco quanto ho detto nel post precedente: se il Presidente ha rivelato informazioni relative ad indagini su mafiosi a un mafioso o a sua zia a me non importa nulla: non è il caso che continui a fare il Presidente di una regione martoriata come la nostra.
    Cuffaro si è sempre dichiarato indisponibile alle dimissioni se fosse stato condannato per favoreggiamento semplice.
    Mi spiace, Giovanni, il tono del tuo intervento.

    Mi piace

  4. Giovanni said

    Il tono non era aggressivo, semplicemente deluso… deluso dal fatto che una qualunque ideologia possa far chiudere gli occhi sul fatto che se una talpa c’è è nella procura e nessuno la cerca…
    Trovato il capro espiatorio è semplice dimenticare i problemi più grossi…

    [una provocazione: se la mafia, di cui conosciamo da Siciliani il potere e la forza performativa, avesse diretto pentiti & Co. nella direzione di screditare tutta l’Assemblea Regionale perchè poco incline agli interessi mafiosi? Avremmo certamente poco da festeggiare. Ma è solo una provocazione]

    Mi piace

  5. Blimunda said

    Temevo non succedesse ed invece con molto piacere questa volta ho avuto torto…un primo festeggiamento a cui sarebbe bello aggiungerne altri, ad esempio sarebbe troppo pretestuoso vedere anche dell’Utri costretto alle dimissioni? Le sue condanne superano di gran lunga quella di Cuffaro! Un bacio, Blì

    Mi piace

  6. tasti said

    @Giovanni…
    l’ipotesi che avanzi non mi convince per un motivo sostanziale: Cuffaro ha una linea di azione e di pensiero verso la mafia che quantomeno lascia “perplessi”. Sai meglio di me che non ha mai fatto mistero di non essere “discriminatorio” verso personaggi che avendo avuto collusioni mafiose avessero “pagato” il loro prezzo alla giustizia. Sai come me che ha intrattenuto rapporti con personaggi dubbi, che ha un’idea tutta sua dell’operato di Falcone e Borsellino ed ora mi dici che sarebbe vittima di un’azione di discredito?
    Cuffaro è riuscito a screditarsi da solo, senza l’aiuto di nessuno.
    Io non ritengo di avere verità in tasca e ho già detto che se il suo coinvolgimento non è consapevole è oltre il limite dell’ingenuità ed è meglio che lasci perdere la politica.

    Aggiungo qualcosa che se vuoi possiamo approfondire insieme: in Sicilia c’è stato una sorta di rinnovamento anagrafico della politica, figli di politici o quelli che per capirci definirei portaborse (ma non prenderlo in tono offensivo).

    Posso capire senza sforzo alcuno che siano stati strumentalizzati dai vecchi della politica, che abbiano creduto di agire al meglio e non si siano mai voluti rendere conto della rete che veniva tessuta attorno a loro.

    Inoltre i costumi della politica siciliana, come nel resto d’Italia, hanno acquisito un’arroganza che a spostato i confini del “moralmente corretto”, non il politicamente, il moralmente. Dare incarichi ad amici e parenti non fa vergognare più nessuno, richiedere apertamente voti di scambio è la regola e lo fanno la destra e la sinistra. Negli anni ’90 c’è stato un reclutamento massiccio di giovani attraverso le cooperative, i lavori socialmente utili, i corsi di formazione e quant’altro, giovani che sono rimasti imbrigliati in logiche di scambio e compromessi.
    non è una questione di schieramento perché posso tranquillamente confermare che è la stessa logica con cui ha operato la sinistra siciliana, sono certa che ci sono persone in buona fede in entrambi gli schieramenti ma il grasso dell’immoralità e dell’ipocrisia cola da entrambe le parti.
    Il rinnovamento della politica siciliana passa necessariamente da un giro di vite, non è possibile continuare ad avere ingenuità e confini labili perché continueremmo ad essere schiavi di logiche mafiose e ricattabili dalle organizzazioni mafiose.
    Scusa se mi sono dilungata,
    un saluto affettuoso.

    Mi piace

  7. tasti said

    @Blimunda…. spero anch’io che ci possano essere altri festeggiamenti di questo tipo! Spero che in Italia si apra la fase politica del “minchia! se non sono assolutamente trasparente… la pago!”
    😀

    Mi piace

  8. Eccomi di nuovo qui dopo un periodo di latitanza. Anzitutto sono contento che tu non abbia chiuso il blog, avresti lasciato molti orfani nella blogosfera!
    Che Cuffaro si dimettesse era veramente il minimo, ma ho i miei dubbi sul fatto che lady mastella (….prova a immaginarti le note di Lady Madonna dei beatles in sottofondo…) segua il suo esempio.
    Comunque approvo e sottoscrivo la nuova fase politica del “minchia!se non sono assolutamente trasparente…la pago!”

    A presto!

    Mi piace

  9. tasti said

    @Capitanmongozooooo!!!! anche tu però latiti eh? lady Mastelluhauhauhauha, ecco, lo sapevo, impossibile non farsi una risatona capovolta con te!!!!
    a presto, capitano!
    😀

    Mi piace

  10. claudio said

    io penso che non si doveva dimettere da solo ma ma che in italia ci sia una
    legge che dica che i ministri o politici che siano anche solo sospettati di qualunqe cosa vengano sospesi immediatamente e che vadino a lavorare per 35 anni
    se vogliano una pensione minima

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: