Rosa Balistreri. Rosa corre ancora.


“lei era una persona anticonformista, non mandava giù le persone che cercano di sfruttare le occasioni, era genuina, sincera, altruista, ma quando perdeva le staffe non guardava in faccia nessuno, e perdeva anche lavoro quando trovava persone che non gli piacevano.”

Luca Torregrossa descrive così Rosa nei commenti al post Folk Siciliano: Rosa Balistreri, ed è la descrizione esatta delle donne della mia terra, di parte di esse, di quelle che non chinano la testa e sono pronte a graffiare non come gatte, sono tigri. Luca è parte della storia di Rosa, storia nella storia, come un quadro con prospettive che si intrecciano: la storia della Sicilia, la storia d’Italia, la storia della musica, la storia dell’impegno politico, la storia di una donna, la storia di un uomo, l’intimità di un rapporto filiale.

C’è un quadro nella home page del sito aperto da Luca, http://www.balistrerirosa.it/, è stato fatto da chi Rosa l’ha accompagnata per un tratto di vita, Manfredi, guardatelo con attenzione e avrete chiara l’idea della donna che intendo, una donna che ha fragilità ma che deve proteggersi da sé, uno sguardo attento, non sognante, uno sguardo che punge, che vede dentro e dietro e non puoi sfuggire, non lo inganni uno sguardo così.

Rosa tutto questo lo ha riversato nei suoi testi, nulla di verghiano, nessun vinto, la forza di non conformarsi e se non hai nulla, se perdi tutto per non scendere a compromessi…sei comunque tu il vincitore. Quando si parla di Rosa non si parla solo di musica, la musica per lei era mezzo, non fine, imparò a suonare la chitarra su suggerimento di Ignazio Buttitta, poeta… poeta? Bè, Ignazio Buttitta è un’altro post, è un’altro pezzo della storia della Sicilia, della storia d’Italia, dell’antifascismo, delle lotte contadine…

Non è quindi per cambiare discorso che oggi dedico il mio post a Rosa, è per dire, per dire come lo avrebbe detto lei, per far mia la sua rabbia, la sua grinta, la sua capacità di guardare dietro e dentro.

Stasira vaju e curru cu lu ventu
a grapiri li porti di la storia.
Stasira vogliu dari p’un mumentu
la vita a lu passatu i a la memoria.
Stasira cu la vampa di l’amuri
scavu na fossa, na fossa a lu duluri.
C’è chiù duluri, c’è chiù turmentu
ca gioia e amuri pi l’umanità
Nun è lu chiantu ca cancia lu distinu,
nun è lu scantu ca ferma lu caminu,
grapu li pugna, cuntu li jita
restu cu sugnu, scurru la vita.
Cantu e cuntu, cuntu e cantu
pi nun perdiri…lu cuntu.
Nuddu binidicì lu me caminu,
mancu la manu nica d’un parrinu
e vaju ancora comu va lu ventu
cercari paci sulu p’un mumentu.
Vogliu spaccari…spaccari li cieli
pì fari chioviri…chioviri amuri.
C’è cu t’inganna, c’è cu cumanna
e cu ‘n silenziu mutu si nni sta.
È lu putiri ca nforza li putenti,
è lu silenziu ca ammazza li ‘nnuccenti,
grapu li pugna, cuntu li jita
restu cu sugnu, scurru la vita.
Cantu e cuntu, cuntu e cantu
pi nun perdiri…lu cuntu.
Vinni a stu munnu quannu lu “Voscienza”
si schifiava pi li strati strati.
Tempi d’abbusi, di fami e di guerra
criscivu mmenzu di li malannati.
Lacrimi muti ni chiancivi e quanti,
la me nnuccenza si la sparteru ‘n tanti.
La mala genti, li priputenti,
tanti su tanti nni sta sucità.
Nun è l’amuri ca crisci ad ogni banna,
ma lu favuri ca sparti cu cumanna,
grapu li pugna, cuntu li jita
restu cu sugnu, scurru la vita.
Cantu e cuntu, cuntu e cantu
pi nun perdiri… lu cuntu.
(Rosa Balistreri)

Traduzione

Stasera vado e corro insieme al vento
ad aprire le porte della storia.
Stasera, per un momento,
voglio ridare vita al passato e alla memoria.
Stasera, con la vampa dell’amore,
scavo una fossa al dolore.
C’è più dolore, c’è più tormento
che gioia e amore per l’umanità.
Non è il pianto che cambia il destino,
non è la paura che arresta il cammino,
apro i pugni, conto le dita
resto chi sono, scorro la vita.
Canto e racconto, racconto e canto
per non perdere il conto.
Nessuno ha benedetto il mio cammino
neanche la piccola mano di un prete
e vado ancora come va il vento
a cercare pace solo per un momento,
voglio spaccare… spaccare i cieli
per far piovere, piovere amore.
C’è chi ti inganna, c’è chi comanda
e chi in silenzio, zitto se ne sta.
È il potere che rafforza i potenti
è il silenzio che ammazza gli innocenti
apro i pugni, conto le dita
resto chi sono, scorro la vita.
Canto e racconto, racconto e canto
per non perdere il conto.
Sono venuta al mondo quando il “Vossignoria”
si profferiva ad ogni angolo di strada.
Tempi di abusi, di fame e di guerra,
sono cresciuta in mezzo ai malandati.
Lacrime mute ne ho piante, e quante,
la mia innocenza se la sono divisa in tanti
La cattiva gente, i prepotenti,
sono tanti e tanti in questa società.
Non è l’amore che cresce ad ogni angolo
ma il favore che elargisce chi comanda
apro i pugni, conto le dita
resto chi sono, scorro la vita.
Canto e racconto, racconto e canto
per non perdere il conto.

(testo e traduzione dal blog sulle spalle dei giganti)

dai ‘rRO potete ascoltare questo ed altri brani di Rosa interpretati dal gruppo agribolognese…

Ciao Luca e grazie, spero il tuo sito continui ad arricchirsi di ricordi della tua mamma, della sua musica e delle sue grandi lezioni di vita.

Annunci

24 commenti »

  1. mononoke said

    grazie… superba… io non la consocevo

    Mi piace

  2. tasti said

    @Mononoke… Rosa è tutta da conoscere, ha tanto, tanto, tanto ancora da dire.

    Mi piace

  3. Ciao Angela,
    sono rimasto senza parole per come hai dedicato questo spazio a mia madre Rosa.
    Ti ringrazio di questo tuo gesto, questa e una forma di stima a Rosa, che da la sù Ci guarda. Nel sito, presto ci sarannno dei video di persone che parlano di mamma, ci sarà una cosa inedita recitata da una persona che ha avuto parte nella vita di mamma, e ci saranno anche dei brani in sottofondo mai incisi.
    Questa sera ti invio una foto di Rosa.
    Grazie ancora di tutto.
    Un saluto affettuoso
    luca Torregrossa

    Mi piace

  4. tasti said

    @Luca… grazie a te, Luca.
    Quando ho scritto il primo post su Rosa è stato per “regalarla” agli amici che leggono questo blog, come qualcosa di prezioso che si vuol condividere.
    Da allora ho scoperto che siamo in tanti ad esserne ancora innamorati e che Rosa ancora innamora. Ed ha ancora tanto da dire.
    Verrò spesso a trovarti sul sito e per la foto… mi commuovi e non ho che una sola parola, Luca: grazie.
    un caro saluto a te,
    con affetto
    Angela

    Mi piace

  5. Luca Torregrossa said

    ciao Angela,
    ti ho mandato la foto, spero ti piaccia.

    Mi piace

  6. tasti said

    @Luca… ho ricevuto la foto e ti ringrazio immensamente, la conserverò con amore ma mi pare di capire che non posso pubblicarla perché wordpress non mi dà la possibilità di proteggerla. se mi piace?… Luca, non ho parole.
    ti abbraccio forte e con affetto sincero.
    grazie,
    angela

    Mi piace

  7. Luca Torregrossa said

    Ciao Angela,
    sono contento che ti sia piaciuta, certo che puoi pubblicarla, magari scrivi che è coperta da Copyright balistreri rosa.
    Un caro saluto
    luca

    Mi piace

  8. SERENA LAO said

    Ciao Angela, come stai?
    Intanto ti faccio gli auguri più sentiti di una Buona Pasqua.
    Poi ti informo che giorno 8 aprile, qui a Palermo, presenterò la mia opera: “Un sogno una rosa”,tratta dal racconto che ho scritto, dedicato a Rosa Balistreri
    Non so in quale città vivi e se ti è possibile assistere allo spettacolo.
    Fammi sapere
    Un affettuoso abbraccio
    SERENA LAO

    Mi piace

  9. tasti said

    @Serena… ecco: adesso mi spiace ancora di più essere lontana dalla mia terra: vivo a Verona. Tornerò per l’estate e spero di poter assistere a qualcosa di tuo live, o comunque di venire a salutarti e ringraziarti personalmente per la tua gentilezza.
    Buone feste anche a te e per la tua opera… uno stralcio per la rete?
    Abbraccio,
    Angela

    Mi piace

  10. Luca Torregrossa said

    Ciao Angela, volevo augurarti una buona Pasqua sperando che ti porti serenità.
    Ho aggiornato il sito con un video inedito, dove torna alla sua paternità la canzone “quannu iu moru.”

    Auguro una buona Pasqua a tutti gli amici del blog
    Un saluto affettuoso
    Luca

    Mi piace

  11. Buonasera, ho “riscoperto” da poco Rosa Balistreri spolverando alcuni vecchi 45 giri appartenuti a mio zio e ricordo di quando, da piccolo, li ascoltavo insieme a lui;
    proprio oggi ricercando informazioni in rete su Rosa Balistreri ho notato 2 siti web entrambi con la dicitura “Ufficiali” e 2 fondazioni diverse;
    mi guardo bene dall’aprire polemiche, ma da semplice fruitore della Musica mi chiedo il perchè di questa frammentazione d’informazioni; qulcuno saprebbe darmi ulteriori delucidazioni in merito? Grazie, Gennaro

    Mi piace

  12. tasti said

    @Gennaro… benvenuto… e pensi che io sia la persona giusta a cui rivolgersi per chiedere spiegazioni?

    Ho un buon rapporto con entrambi i responsabili dei siti dedicati a Rosa, e poiché non conosco la regolamentazione dei siti ufficiali non ho preso nessuna posizione al riguardo.

    quel che conta, da fruitori di buona musica, è che si possano trovare, in rete, informazioni, notizie, brani e quant’altro.
    🙂

    Mi piace

  13. Vi informo che in data 16 aprile 2008, a firma del sottoscritto, è stata deposita presso la Cancelleria della Procura della Repubblica del Tribunale di Palermo querela contro Torregrossa Luca per il reato di diffamazione nonché per tutti gli altri reati che il giudice riterrà configurarsi per i fatti lì esposti. Pertanto a partire da questo momento tutti i siti indicati nella superiore querela potranno essere visionati dal Magistrato che si occuperà delle relative indagini.
    Francesco Giunta
    per http://www.rosabalistreri.it

    Mi piace

  14. Ciao Angela,
    come stai? spero bene. Scusami se in questo periodo sono rimasto un pò assente, ma ho avuto parecchie cose da fare, sia del mio lavoro che altre cose che riguardano mia madre, volevo dirti che ad aprile sono stato a vedere un concerto a Firenze di Carmen Consoli, e devo dire che è molto brava, ha parecchia grinta, il suo ultimo tour che porta in giro per l’italia (l’anello mancante) è molto bello, lei sola nel palco con alle spalle 4 chitarre che cambia in continuazione.
    La cosa che mi ha emozionato talmente tanto da farmi spuntare le lacrime è avvenuta quando ha cominciato a parlare di Rosa Balistreri, e poco dopo ha cantato CU TI LU DISSI, sai vedere Carmen sul palco con la sola chitarra, e sentirgli cantare una canzona di mia madre, è stato come rivedere mamma, in uno dei tanti concerti.
    Cara Angela, spero di poterti incontrare presto, se capiti in Toscana fammelo sapere, così andiamo a mangiare qualcosa insieme.
    un bacione affettuoso
    Luca

    Mi piace

  15. tasti said

    @Luca… felice di rileggerti! Anche per me è un momento pieno, il blog è una delle poche cose che ancora riesco a seguire ritagliandomi qualche spazio. Tra un mese lascio il Veneto e torno in Sicilia, per la Toscana… con piacere, ma dopo che avrò capito che indirizzo prenderà la mia vita. Ma di certo capiterà, sarei felice di poter incontrarti.
    Intanto ti mando un abbraccio forte e tanti auguri per ogni tuo progetto!
    Angela

    Mi piace

  16. Ciao Angela, ti desidero comunicare l’evento nazionale che si terrà a Catania il 29/30/31 maggio 2008 organizzato da Carmen Consoli dove si esibiscono Paola Turci, Marina Rei, ornella Vanoni, Carmen Consoli, Giorgia, Tosca, Etta Scollo, Rita Botto e interverrà Emma Dante, da considerare che tutte le artiste canteranno in Siciliano le canzoni di mamma, sarà una serata che rimarrà nella storia, e per concludere ci sarà una mostra su Rosa Balistreri.
    Sono molto felice di questo evento voluto da Carmen Consoli, che devo dire, avendola conosciuta che ha un qualche cosa in comune con mia madre.
    Spero di incontrarti a Catania, visto che sei giù in Sicilia.
    Un abbraccio
    Luca

    Mi piace

  17. tasti said

    @Luca… innanzitutto grazie per la segnalazione, gli darò ampio spazio, considerati i nomi immagino sarà una serata non solo di alto livello, ma anche di emozioni forti. Spero di riuscire ad organizzarmi per il 31!
    A prestissimo!

    Mi piace

  18. Ciao Angela,
    volevo annunciarti che è in rete il manifesto dell’evento dedicato a mia madre “TERRA CA NUN SENTI”
    E’ possibile vederlo presso il sito http://www.giulemanidarosa.it

    Un saluto
    Luca Torregrossa (www.balistrerirosa.it)

    Mi piace

  19. Tasti said

    @Luca…sempre grazie, ho già fatto il post
    https://tasti.wordpress.com/2008/05/27/omaggio-a-rosa-balistreri-ct/

    Mi piace

  20. pino said

    cerco di rinnovare lamia playlist di canzoni folk di Rosa Balistreri in mp3. Ho i primi dischi in vinile di Rosa della Fonit Cetra, conosciuta già da 1974
    Puoi aiutarmi?
    Pino

    Mi piace

  21. tasti said

    @pino… ma cerrrrto: chiedi a Luca Torregrossa, il figlio di Rosa: chi meglio di lui?(www.balistrerirosa.it)
    un saluto affettuoso!
    Angela

    Mi piace

  22. giacomo said

    Ho avuto il privilegio di cnoscere,credo negli anni settanta, Rosa Balistreri e Ciccio Busacca he, in compagnia di una ragazza,avevano quasi finito di pranzare in una trattoria i Cammarata Scalo (AG).Ero in compagnia di un mio collega di lavoro e capitammo in un tavolo accato al loro.Conoscevo solo di fama i due artisti, ma quando mi accorsi della loro presenza,provai un immenso piacere e non esitai ad approcciarli timidamente, ma fui masso subito a mio agio e ne nacque una lunga e piacevole conversazione alla fine della quale Rosa invitò me ed il mio amico a seguirli a Firenze dove erano diretti. L’invito era così sincero (com’era sempre Rosa)che abbiam dovuto rifiutare con la pena nel cuore, perchè avevamo un famiglia ed un lavoro che ci tenevano a Palermo. Senza detti impegni l’avremmo suito seguita perchè affascinati dalla sua spontaneità e dalla sua bontà d’animo.Ciao Rosa e ciao Ciccio, da siciliano sono orgoglioso di voi.

    Mi piace

  23. tasti said

    @Giacomo… come essere lì e vedervi, grazie per queste immagini!

    Mi piace

  24. luca said

    ciao Angela come stai? spero che tu stia bene.
    Ti volevo comunicare che sul sito http://www.giulemanidaosa.it si possono incominciare a vedere i testi delle canzoni di Rosa

    nb ti ho cercata con email ma non mi hai risposto, fatti sentire

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: