No all’astensione attiva al seggio


Astensionismo attivo con verbalizzazione, poco ma sicuro che ormai tutti i Presidenti di Seggio sono allertati e si stanno informando su come rispondere a quella che potrebbe essere la prima uscita pubblica dell’astensionismo politico e attivo.

Però sulla verbalizzazione io due domande due me le farei.

Nessun partito mi rappresenta… avete letto i programmi di tutti i partiti? Io dopo qualche ricerca ho trovato una lista con cui mi trovo in perfetta sintonia. Nonostante questo non andrò a votare perché mi riconosco in una formazione politica, infatti io non voto la mia formazione politica.

Verbalizzare circa le elezioni anticostituzionali (come quelle precedenti) è pretestuoso. Reale ma pretestuoso. Perché se avessimo rappresentanti politici da votare non ce ne saremmo accorti che abbiamo una legge elettorale anticostituzionale, l’avremmo chiamata porcellum e avremmo comunque votato.

Non ho una mentalità astensionistica ma parecipativa, mi è difficile astenermi ma per me il mio voto ha un senso e quindi anche il mio non voto, disilluso ma non disaffezionato, sanzionatorio, io non voto la mia parte politica perché mi ha delusa, probabilmente tornerò a votarla se recupera la ragione ANCHE dopo la campagna elettorale.

L’astensionismo organizzato per dare un colpo nello stomaco alla politica mi sa di vendetta e effettivamente anch’io avrei voglia di vendetta, ma a ragionarci su non è un comportamento che perseguo, io non sono così. Io costruisco, non amo distruggere. E costruire un elettorato che sa che può utilizzare il voto per sanzionare la politica è una sfumatura diversa dal restituire la scheda elettorale al mittente, che è un gesto dal sapore antipolitico.

Chiunque ama la politica e la considera parte integrante della propria vita, chi si rende conto che davvero le scelte politiche influiscono sulla propria vita quotidiana dovrebbe considerare l’astensionismo con attenzione, gli appelli a comportamenti leggeri e per altro rischiosi perché esistono i reati elettorali, dovrebbero essere molto più cauti.

Vogliamo essere visibili nella nostra scelta astensionistica: facciamoci un paio di foto davanti al seggio dove non abbiamo votato e raccogliamole in un album. Stop. Discutiamo dell’astensione come strumento sanzonatorio della propria parte politica, raccolgiamo dati, informiamo, ma non lanciamoci in campagne folli con catene di Sant’Antonio, senza spiegare, solo per raccogliere consensi facili come qualunque becero politicante.

Perché verbalizzare il mio dissenso? Qual è il risultato che mi attendo? Io non ho ancora capito questo, cosa ti attendi in risposta? Ti senti meglio perché sei andato al seggio e hai rifiutato la scheda puntando il dito contro tutto l’arco di partiti italiani e contro tutti i politici italiani?

Io non riesco a farlo, io qualcosa di buono ancora lo vedo, qualche speranza ancora ce l’ho e se non voto è un discorso tra me e la mia parte politica. Ma credo nel sistema politico e nella sua migliorabilità. E credo che l’astensione possa essere uno strumento di indirizzo politico, non una violenza gratuita contro lo Stato.

Annunci

3 commenti »

  1. […] sconosciuto: […]

    Mi piace

  2. Francesco said

    Parole sante ma non mi convico di andare alle urne.

    Mi piace

  3. tasti said

    @Francesco…

    “E credo che l’astensione possa essere uno strumento di indirizzo politico, non una violenza gratuita contro lo Stato.”

    non vado nemmeno io alle urne.

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: