Elezioni incostituzionali – l’ultima sentenza.


Cartastraccia e Nadia ancora una volta collaborano a tenerci informate sugli esiti delle sentenze dei ricorsi contro la costituzionalità di queste elezioni. (QUI il documento word)

Sintesi: ricorso respinto in quanto inammissibile.

Ma essendo che tutti noi siamo più che rompicoglioni della domenica… diamo un’occhiata da vicino alla sentenza che in 4 punti liquida la possibilità di ricorrere contro una qualunque legge elettorale…

a mio ignorantissimo parere, eh?

Il punto A) e B) sono davvero troppo tecnici per me che li traduco con

A) il ricorso è dichiarato inammissibile per carenza di utilità dell’eventuale accoglimento. Cioè: a che pro sospendere gli atti con cui si indicono le elezioni? Al fine di dimostrare la tesi non occorre la sospensione.

B) “il ricorso è incentrato sulla ricostruzione del patente conflitto tra la legge elettorale vigente ed il sistema costituzionale di sovranità popolare, di cui si chiede di investire la Corte Costituzionale. In attesa della pronuncia del giudice delle leggi, il ricorrente chiede di assicurare provvisoriamente gli effetti delle decisioni di merito “al fine di evitare l’irreparabile pregiudizio che deriverebbe dall’impossibilità di esercitare il proprio diritto di voto, costituzionalmente garantito nel suo esercizio libero e diretto

e

“Non può in proposito sfuggire come la mancata adeguata specificazione dell’azione cautelanda, oltre ad incidere in via generale sotto il profilo processuale sulla ammissibilità del ricorso, impedirebbe peraltro qualunque valutazione di rilevanza della dedotta incostituzionalità.

cioè: non accogliamo la richiesta e se l’accogliessimo, poi, come potremmo studiare l’incostituzionalità della legge?

papero che strabuzza gli occhi

I punti C) e D) sono più comprensibili….

C) “Nell’odierna discussione orale il ricorrente ha ritenuto di individuare l’azione in questione come di “accertamento del diritto al libero voto …. “ non pare al Tribunale che una così generica enunciazione possa rivestire i requisiti di specificazione richiesti per la valida instaurazione di un procedimento cautelare

… bé, l’avv.to Bozzi qui deve aver toppato qualcosa perché il voto resta libero anche col porcellum, in senso stretto, 115 partiti in lizza, la scelta c’è, non è DIRETTO, che è cosa diversa, ma l’avv.to Bozzi lo sa meglio di me… dev’essersi espresso male… o non è stato compreso… chissà?

D) ma soprattutto D) l’unica che ho capito bene, le altre potete chiarirmele meglio ma la D) l’ho capita da me e ve la spiego:

se in Italia una legge elettorale non piace al popolo italiano… cazzi sua!

Non c’è organo a cui puoi rivolgerti, hai voluto la bicicletta? Pedala!

Eppure le nostre leggi escono fuori da una costituzione che conosceva la dittatura, qualcosina avrebbe dovuto prevederla per casi come questi, pensi tu che sei un ingenuo… no, no, e ancora no: in Italia se il popolo sbaglia… paga.

Ove, per assurdo, si potesse prescindere dalla radicale inammissibilità del ricorso, pare anche a questo Tribunale di dovere convenire con l’AGA in relazione alla assoluta carenza di giurisdizione in relazione alle pretese qui azionate in via cautelare. Come accennato, il ricorrente chiede di sospendere una serie di provvedimenti con cui il Consiglio dei Ministri e il Ministro dell’Interno hanno dato avvio al complesso procedimento delle operazioni elettorali, disapplicandoli, previa valutazione della loro illegittimità (derivata dalla illegittimità costituzionale della legge elettorale vigente). Come è noto (cfr. Cass. S.U., ord. 16/5/06 n. 11623) vi sono atti che non sono, per i loro caratteri intrinsechi, soggetti a controllo giurisdizionale, in quanto attraverso di essi si realizzano scelte di specifico rilievo costituzionale e politico; atti che non sarebbe corretto qualificare come amministrativi e in ordine ai quali l’intervento del Giudice determinerebbe un’interferenza del potere giudiziario nell’ambito di altri poteri.

Quindi grazie all’Avv.to Bozzi

E’ STATO SCIENTIFICAMENTE DIMOSTRATO CHE:

SE IN ITALIA

VENISSE APPROVATA

UNA LEGGE ELETTORALE

ANTICOSTITUZIONALE

I CITTADINI ITALIANI

POTREBBERO

ESCLUSIVAMENTE…

COMINCIARE A PREGARE!

Annunci

2 commenti »

  1. http://gabrybabelle.blogspot.com

    Ah si ok,ok,per un pezzo mi ci sono raccapezzata poi??il buio totale,va be,ok vorra’ dire che comincio a pregare,tanto mi sento come il tuo paperopazzo,rincitrullita,ah,ah,ah,ciao gioia gabrybabelle
    p.s. hai un banner?scrivimi l’html su un commento,ciao 🙂

    Mi piace

  2. tasti said

    @gabrybabelle… scusa il ritardo, tempo duri… nessun banner, ma la vicenda continua perché l’avv.to Bozzi sta presentando l’appello….
    deciso per il voto?
    😉

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: