Agrigento: manca l’acqua e c’è la mafia.


Solo una comunicazione di servizio, nessun articolo.

Manca l’acqua e c’è la mafia.

Ci tenevo che lo sapeste.

Visto che nella campagna elettorale per l’elezione del nuovo presidente della provincia sembra che non lo sappia nessuno dei candidati… magari qualcuno passa di qui e leggendolo gli sovviene che acqua e mafia sono due problemi NON separati e distinti della terra agrigentina. E soprattutto che sarebbero anche problemi piuttosto pressanti…

Se qualcuno volesse informarli…

grazie.

 “L’emergenza permanente, che in alcune zone è drammatica, con l’acqua che manca per settimane, è il frutto di una politica delle acque insieme dissennata e interessata, della grande frammentazione della gestione (si dovrebbero occupare di acqua 3 enti regionali, 3 aziende municipalizzate, 2 società miste, 19 società private, 11 consorzi di bonifica, 284 gestioni comunali, 400 consorzi fra utenti) e non di una carenza naturale. Anche se sono in atto in alcune aree dell’isola processi di desertificazione, ogni anno in media in Sicilia piovono 7 miliardi di metri cubi di acqua, quasi il triplo del fabbisogno calcolato in 2 miliardi e 482 milioni di metri cubi:1 miliardo e 325 milioni per l’irrigazione dei campi, 727 milioni per i centri abitati, 430 milioni per il fabbisogno industriale (Santino 2002, p. 136). ” da http://www.centroimpastato.it/publ/online/dizio_acqua.php3

Annunci

12 commenti »

  1. Quella dell’acqua è una novità…

    Mi piace

  2. Ani-sama said

    Però tutto ciò è così triste…

    Mi piace

  3. http500 said

    pure l’acqua ora?

    Mi piace

  4. tasti said

    @Bastiancuntrari… la novità sarebbero degli amministratori che non propongono soluzioni da pagliacci ma “soluzioni che risolvono”… dici che il concetto è troppo fine per una testa di politico?
    😦

    @Ani-sama… triste?… no, a me fa incazzare. Ma tanto.

    @http500… mica da ora, adesso siamo allo show della privatizzazione dell’acqua che ci salverà dall’arsura… in altre parole si legalizza la gestione mafiosa delle acque… e che vuoi di più dalla vita?

    Mi piace

  5. Bentornata!!! Acqua? Neppure sei arrivata e già ti lamenti? Avevi dimenticato le autobotti e i soldini che servono per il prezioso liquido? Comunque ormai ci sei e non scappi. Abbiamo troppe cose da fare… 😉

    Mi piace

  6. è una vergogna, sta diventando un lusso l’acqua e invece dovrebbe essere un bene primario… :8

    Mi piace

  7. tasti said

    @Gian… grazie per il bentornata!
    effettivamente avevo rimosso le “bacinelle” e i turni per le docce… a Verona non capivano perché sgranassi gli occhi davanti al fatto che LORO bevono acqua dal rubinetto… ci pensi? aprono il rubinetto, riempiono il bicchiere e se la tracannano… lo fanno DAVVERO!
    Non è che mi lamento… è che non mi voglio riadattare.
    E… il dissalatore di Porto Empedocle viene chiuso o ci faranno bere acqua rigassificata?
    ‘spetta: ho giusto trovato i miei guantoni da Boxe negli scatoloni del trasloco! a presto!
    🙂

    Mi piace

  8. tasti said

    @Occhidigiada… da queste parti l’acqua è sempre stata un lusso…
    😦

    Mi piace

  9. Quando ero bambino, sentii fare un rimbrotto ad un ragazzetto discolo: ti metto a pane e acqua come si fa con i delinquenti! Risposta: macari, a mè casa, ‘un c’è mancu chistu. Tradotto: magari, a casa mia non c’è neppure questo. Quello che altrove è un diritto e un bene primario, quì è un lusso. Ma se così non fosse, se la gente avesse il lavoro, se non si promettesse l’acqua, mafia e politiconzoli da strapazzo, come potrebbero avere consensi?

    Mi piace

  10. tasti said

    @Gian…
    😦
    il circolo è vizioso ed è veramente interessante vedere come si stia riproponendo a livello nazionale:
    chi ha il potere fa subcultura e dirotta le frustrazioni dei cittadini su fasce di altri cittadini, crea allarmismi che pongono tutto su un piano sfalsato, fanno rimuovere i problemi seri e così ti ritrovi a pensare che un furbo al governo ti estenderà la sua furbizia…
    mentre il fatto che i capitali con cui si sta facendo impresa nel nord e nell’est sono capitali provenienti dalla criminalità organizzata diventa una discussione accademica…
    interessante e avvilente vedere l’italia diventare uno stato mafioso.

    Mi piace

  11. certo che c’è una relazione, ma sarebbe meglio avere abbondanza d’acqua e scarsità di mafia!
    Mi sono perso i tuoi ultimi spostamenti, ma ora sei ad Agrigento?
    Un saluto da Milano dove, tanto per cambiare, continua a piovere, manco fossimo a Londra
    a presto
    capitan M.

    Mi piace

  12. tasti said

    @capitanoooooooooooooo…. ma che piacere! andato bene il corso? bene col nuovo lavoro? dolce metà sempre tra le note?
    come vedi ti seguo sempre!
    sì, adesso sono ad Agrigento, felice di essere tornata e nostalgica per gli affetti che ho lasciato a Verona…

    Acqua poca e mafia tanta, purtroppo… e i politici… quelli… tsé!
    😦

    un abbracciooooooooooooo

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: