Riforma Gelmini… e l’informazione che non c’è


Cosa devo fare per avere un’informazione correttaaaaa!!!!!!?????????

Non ho tutto ‘sto gran tempo di leggere quotidiani e riviste e navigare in rete, riesco a seguire qualcosa in radio (Sole24ore) e qualche TG, magari ci provo pure a seguire anche degli pseudo approfondimenti televisivi ma non va, non sono informata.

E che se i giornalisti non fanno più i giornalisti siamo messi davvero male!

Come faccio ad avere un’informazione corretta se da due esponenti politici opposti mi arrivano due dati discordanti ed il giornalista non dice chiaramente chi dei due sta dando l’informazione corretta… eeeh???? Come faccio?

Alla fine faccio come fan tutti: mi fido della mia parte politica.

Col cavolo: io non ho parte politica e quindi nemmeno questo, semplicemente vedo due contendenti che dicono balle, che fanno a gara a chi la spara più grossa, a chi disinforma meglio, a chi è più telegenico e spiritoso… e l’informazione non mi arriva.

Tipo la riforma Gelmini e il PD… insomma qualcosa di vero nell’accusa di strumentalizzazione c’è, non è che il PD abbia difeso la scuola pubblica a spada tratta e non abbia tagliuzzato ben ben anche lui quando ne ha avuto la possibilità.

E’ che abbiamo una classe politica veramente indecente, ignorante e  imbrogliona (…le tre “i”)

Lo so: sono disfattista, lo so da me…

Sarà la crisi dei 40 anni, da qualche parte doveva sfogare…

In ogni caso mi pare da deficenti riformare una scuola che ha il pregio dell’eccellenza (scuola elementare… sempre che sia vero) mentre concordo col fatto che se ci sono centinaia di corsi di laurea con un solo iscritto magari anche meglio accorparli da qualche parte… anche se invidio immensamente un ragazzo che ha un’intero corso di laurea a lui dedicato…

Ma se avessero cominciato col tagliare ai parlamentari qualcosina (anche la lingua ad alcuni, giusto un pezzettino) magari i tagli all’istruzione non sarebbero risultati così indigesti…

riforma? qualcuno crede seriamente che la gelmini abbia fatto una riforma e non dei tagli?

Ad Agrigento la vediamo così:

Consiglio Provinciale approva due o.d.g. (riforma Gelmini e taglio a sostegno )

Agrigento, 16 ottobre 2008
 
Il Consiglio Provinciale, presieduto dal Vicepresidente vicario Mario Lazzano, ha approvato questa sera due ordini del giorno su alcuni aspetti del Decreto Legge n. 137 del 1.9.2008 ” (c.d. Decreto Gelmini sul Maestro unico) approvato dal Governo Nazionale. Con il primo ordine del giorno di Nino Spoto (Rif. Com.) e Carmelo Avarello (La Sinistra), il Consiglio, si legge nella parte conclusiva, “Delibera di esprimere il proprio netto, chiaro e risoluto dissenso rispetto ai contenuti della riforma della scuola voluta dalla Gelmini ed invita, pertanto, il presidente del Consiglio Provinciale ed il Presidente della Provincia Regionale ad assicurare il massimo sostegno a tutto il fronte, regioni, enti locali, sindacati, studenti e genitori, impegnato a rivendicare il ritiro del progetto di riforma e l’avvio di una più serena e costruttiva discussione in ordine ad una vera riforma che rilanci e restituisca la centralità che merita alla nostra scuola“.
L’odg ha dato corso ad un vivace dibattito, preceduto dall’intervento del Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi, che ha espresso dissenso sulla della riforma: “Da conoscitore del mondo della scuola penso che la riforma Gelmini provocherà solo danni al sistema italiano, danneggiando la formazione degli alunni delle elementari. Impensabile tornare alla figura del maestro unico, che negli anni ’60 esprimeva solo nozionismo, mentre le attuali materie di insegnamento impongono figure professionali specializzate. Ricordo che il nostro sistema, basato sui moduli nelle elementari, è invidiato da tutta l’Europa. Fortemente negative anche le ricadute sull’occupazione, per i tagli a personale docente e ATA, con danni enormi per le famiglie. Soltanto nella nostra provincia le scuole da chiudere saranno almeno 6“.
Nell’esporre l’odg, il consigliere Spoto (RC) ha rilevato che la riforma penalizza il Sud e la Sicilia, con forti tagli al personale, che per la sola provincia di Agrigento riguarderanno 250 posti tra personale docente e ATA, e ha invitato il Consiglio a votare unitariamente il documento. Posizione condivisa dall’UDC, che con il capogruppo Salvatore Montaperto si è associato contestando i contenuti della riforma, mentre Francesco La Porta, criticando il decreto, ha anche negato che “in una classe con 35 alunni si possa parlare di formazione“, ribadendo “il dramma di molti docenti precari che rimarranno disoccupati“. Arturo Ripepe ha anche ricordato che il Governo Regionale, tramite l’Assessore Antonello Antinoro, ha espresso una posizione nettamente contraria alla riforma, e ha ricordato che gli accorpamenti potrebbero danneggiare pesantemente i piccoli centri montani, provocando il caos amministrativo, e che l’odg esprime sostanzialmente il disagio di tutti i siciliani.
Per Ezio Di Prima, capogruppo del PD, sembra “più che altro la riforma di Tremonti, basata solo su una logica di numeri e di puro risparmio. E’ una tragedia didattica e occupazionale, con pesanti ricadute anche sull’università“. Daniele Camilleri (PD) ha evidenziato il deficit di metodo con cui il Governo ha proposto la riforma: “Non si può intervenire sulla scuola con lo stesso metodo che si sta adoperando per gli esuberi Alitalia”.
Il capogruppo del PDL Ivan Paci, invece, pur contrario ai tagli indiscriminati, non ha apprezzato le motivazioni alla base del documento, dichiarando inizialmente l’astensione per evitare strumentalizzazioni politiche. Anche Carmelo D’Angelo ha espresso perplessità, condividendo la riforma Gelmini, in particolare sul maestro unico. Orazio Guarraci invece ha annunciato voto contrario, ritenendo il documento “una vera e propria presa di posizione politica” e non condividendo “il merito né alcuni termini adoperati da Spoto e Avarello“, e proponendo semmai una versione modificata. Contrario all’odg anche Roberto Gallo (La Destra), che non vede “nel maestro unico e nel voto in condotta un ritorno al passato, bensì l’occasione per ridefinire i contenuti di una scuola italiana in emergenza e appiattita verso il basso“.
Favorevole invece il MPA, che prima con Matteo Ruvolo ha ribadito il suo no ai tagli e al dramma sociale e occupazionale che ne deriverebbe, dichiarandosi d’accordo con il Presidente D’Orsi, mentre il capogruppo Salvatore Scozzari, pur preferendo una sintesi unitaria e condivisa da tutti, ha confermato la volontà di votare la proposta di Spoto e Avarello senza stravolgimenti. Infine, l’assessore alla P.I. Gaetano Cani, pur condividendo alcuni aspetti della riforma, ritiene fortemente negativi il ritorno al maestro unico e la riduzione delle ore settimanali da 30 a 24. Alla fine la mozione è stata approvata con 20 voti favorevoli (i consiglieri MPA, UDC, PD e Spoto di RC, mentre Avarello era assente) e 8 contrari (Roberto Gallo della Destra; Luigi Sutera Sardo, Riccardo Gallo, Rosario Marino, Carmelo D’Angelo, Ivan Paci e Orazio Guarraci del PDL; l’indipendente Nicola Testone).

Il successivo punto, ovvero l’odg proposto da Ivan Paci, Mario Lazzano e Salvatore Scozzari sui tagli alle cattedre di sostegno, è stato approvato all’unanimità, pur con alcune distinzioni. “I tagli – ha spiegato Pacipenalizzano nelle scuole i disabili, che, dati alla man,o sono in aumento. Chiedo un voto unanime perché questo documento è diverso dall’altro già approvato“. In questo senso si è espresso anche C. D’Angelo. Anche Orazio Guarraci ha dichiarato che le valutazioni tra i due odg sono diverse, e ha preso atto che “si è trattato dell’ennesimo incidente politico in seno alla maggioranza”. Favorevole alla mozione anche Roberto Gallo (Destra). Favorevoli ed “in coerenza con la votazione precedente” Montaperto per l’UDC, Ruvolo per il MPA, Camilleri per il PD (che ha rimarcato “il taglio di ben 86 cattedre di sostegno nella provincia“) e Spoto di RC.
Il Consigliere Roberto Gallo ha infine ritirato la sua mozione sullo scioglimento dell’APEA, vista la richiesta ufficiale fatta dal Presidente D’Orsi al Consiglio sulla messa in liquidazione della stessa Agenzia. “Con piacere prendo atto di un cambiamento di opinione del Presidente D’Orsi” ha dichiarato Gallo “che in precedenza si era espresso in ben altri termini. L’APEA va sciolta in quanto inutile carrozzone politico clientelare, che ha prodotto il nulla e sperperato risorse. La decisione del Presidente D’Orsi è innanzitutto un atto di rispetto verso i cittadini“.
Subito dopo il prelievo del punto riguardante la mozione sul disegno di legge regionale sui tagli alle indennità negli enti locali, Ivan Paci ha chiesto ed ottenuto il rinvio della seduta a giovedì prossimo, 23 settembre alle ore 18.00, con il voto contrario di Roberto Gallo.

http://www.provincia.agrigento.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2769

Annunci

6 commenti »

  1. heike said

    oh ma solo commenti da comunti? cercate di capire ke cazzo sta facendo realmente la gelmini!! il 5 in condotta serve xk ci sono degli stronzi ke vanno a scuola solo x fare casino e x prendesela con persone disabili ecc. il maestro unico x le elementari? buonissima cosa!!xk ai bambini servono più figure di riferimento possibili! i tagli ai professori? non licenzia nessuno, semplicemente non rimpiazza quelli ke andranno in pensione ma è ovvio ke se ci sarà bisogno di un prof farà un contratto xk non può lasciare una classe senza il profesore di lettere(esempio banale) le scuole ke farà chiudere non lo fà x sport ma solo xk sono dei “duplicati” di altre ed è inutile spendere soldi x niente!
    e poi il ministro gelmini ha detto una cosa giustissima! in italia più bidelli ke carabinieri!! guardatein faccia alla realtà, quasi sempre, in una scuola di tre piani ci sono una decina di bidelli ke dalle 8 alla 1 non fanno niente e poi pulisscono i bagni solo se è proprio necessario e le aule fanno solo finta di guardarle..insomma potrei scrivervi 10 pagine del xk è giusto secondo me quello ke sta facendo la gelmini e non pensate.. io vado ancora a scuola!!

    Mi piace

  2. tasti said

    @heike…
    non t’inkazzare ke qui si parla con serenità…
    😉

    la riforma Gelmini riforma una parte della scuola che andava benissimo… mentre di solito si riformano le cose quando non funzionano, se vanno bene meglio lasciarle andar bene… o no?
    grambiule e condotta vanno bene, tutti d’accordo, ma tu forse sei troppo giovine per capire invece che fare 10-15 anni di sacrifici (parlo dei precari) per un lavoro che poi non ti viene dato magari la vogia di incazzarti te la fa venire sul serio…
    potrei scriverti 10 pagine sul motivo per cui la Gelmini era meglio se si dedicava a qualcos’altro invece che mettere le mani sulla scuola!
    un augurio per te: spero che l’Italia in cui vivrai tra 10 anni sia un bel posto dove stare!
    un abbraccio
    😉

    Mi piace

  3. ma buona sera mylady
    come staiiiiii????? che si dice dalle tue parti,vedi che belle giornate di sole che abbiamo qui..e pensare che tene eri andata via da sta meraviglia lol
    spero che tu stia bene in tutti i sensi 🙂

    Mi piace

  4. buongiorno piccina mi sono inventato una cosuccia nuova ti aspetto da me 😀
    un bacetto per te

    Mi piace

  5. Mariottola said

    Tasti, come al solito hai saputo fare un ottima sintesi, e come a volte accade…sono perfettamente daccordo con te! l’idea che qui non si faccia più politica ma accaparramento di poltrone e potere alle spalle e sulla pelle dei babbei che si bevono le cazzate dette in televisione mi ha sfiorato un numero non decente di volte oramai…più che mai su questo tema.
    e allora che si fa?
    ci si tira su le maniche, come dicevi tu qualche mese fa…
    molti baci
    Mariottola

    ps: hai visto che avevi ragione? ha vinto Obama…sono felice di avere torto…per il momento (sono proprio Mafalda hehehe)

    Mi piace

  6. tasti said

    @Mariottola…
    Amo gli statunitensiiii
    viva l’Americanitààààà
    Va bene: Obama è uno sporrrrco imperialista ma stracazzi è Obamaaaaaaa e con tutta quella sua abbbronzatura mi pare che gli USA le abbiano fatte girare a parecchi e questa volta non ai soliti fessi!!!!
    yyyyhuuuuppppyyyyyyyyyyyy

    segue postttttttt
    country abbracciooooo
    😀

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: