Inizio così


sono le… 8:26, ho ricevuto il primo sms di buongiorno alle 7:02, qualcuno che aspetta il mio ritorno, non un uomo (uomini nella mia vita?!) Lasciamo stare.

Alle 7:30 sono già pronta per un giorno di super lavoro. Anche oggi? ebbene sì, anche oggi super lavoro ma a casa almeno la mattina, si rivede una tesi di laurea, la mia decima, è il momento clou, quello dell’ultima sistemata, poi dovrò anche spiegarla al tizio che si è risparmato una fatica immane… non è molto nobile come lavoro ma mi consente di avere qualche soldino.

Ovviamente che io faccia tesi e non sia riuscita a laurearmi è la tortura psicologica che infierisco ai miei non so per vendicarmi di che…

oppure la giusta soluzione ai miei problemi di masochismo (quello per cui  sono stata comunista e ho amato un idiota per metà della mia vita)  

Tanto ci ritento il prossimo anno e sarà, udite udite, la mia quarta iscrizione universitaria. Proprio nel senso di quattro diverse università, in ordine di apparizione: Scienze Politiche,  Lingua e Letteratura Straniera, Filosofia e prossimamente… Formatore Multimediale. Tha-da.

Dopo la tesi c’è il progetto, anche quello per altri… per qualcuno che si è vantato di essere un progettista, per l’esattezza, tipo io che mi vanto di fare paracadutismo o, peggio ancora… una dieta dimagrante! (Più facile il paracadutismo)

Faccia di culo, il problema a rubare o copiare progetti è che se non hai le competenze non puoi realizzarli né farli realizzare. E per quelli che preparo io, mon amour, ne trovi poche persone che sappiano anche solo leggerlo e comprenderlo. Mi vanto? Col tuffolo che mi vanto, parliamo di una vita di studi e competenze tra le più disparate che confluiscono in progetti organici e strutturati.  Mi vanto sì se  ti improvvisi. 

Poi dispense della lezione, quella che ho fatto come docente, legislazione speciale, Legge 104 per l’esattezza e Convenzione ONU sulle disabilità. No, la Legge 104 non è quella dei permessi, è la Legge sull’assistenza e l’integrazione e i diritti delle persone handicappate. Andrebbe modificata solo per l’uso che si fa della parola “handicap”.

Sono nervosa, vero, supergiornatona di studio, contorno di ignoranti che col loro perfetto stile da rappresentante porta a porta passano per gente per bene, da Berlusconi a scendere intendo, ignoranti che fanno filosofia della banalità, ignoranti che mistificano, ingannano, che sparano alla schiena.

E gente anche intelligente che ci casca, ne conosco tanti, colti, preparati ma con un buco nell’anima e qualche tassello in meno nel quadro generale, che non vedono oppure che non vogliono vedere, guidati da quel tipo di egoismo che non sappiamo riconoscere, quello che travestiamo da bisogno.

Stamattina mia madre, parliamo di natura e civiltà, della differenza tra il naturale e il civile, di come l’uomo si differenzi dal resto degli animali per questa sua capacità di autoaddomesticarsi, per la sua invenzione più grande: un codice comportamentale a volte innaturale ma funzionale per l’altro scopo, quello più alto della mera sopravvivenza, lo scopo di evolvere da branco a gruppo sociale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: