Il riassunto


Può sembrare strano che uno studente che si prepara una lezione possa suscitare commozione ed orgoglio, ma succede.

Succede che dopo tanto lavoro finalmente ci siamo, la ragazza poggia il libro sulle gambe e cerca di sistemare la lezione per poterla comprendere, per farne un riassunto e affrontare la terribile docente di storia e italiano.

Succede che da quando lavoro con lei non ho fatto che ripeterle che l’obiettivo è solo uno: far in modo che lei possa fare a meno di me. Il mio compito è darle gli strumenti che la scuola non le ha fornito. Perché di questo si tratta. Con una scuola attenta e docenti preparati non sarebbe arrivata a sfiorare la programmazione differenziata, purtroppo spesso, molto spesso, la scuola non è posteggio per ragazzi disabili, ma posteggio di professori che hanno sbagliato mestiere.
Ho capito che non aveva problemi cognitivi dopo quattro mesi che la sostenevo negli studi, che il problema era una deprivazione culturale colpevolmente indotta dalla scuola, che la ragazza aveva iniziato bene ma poi era stata sempre più abbandonata a se stessa, senza una programmazione, senza attenzione, senza un progetto di vita.

Non è facile, anzi l’opposto. Non per lei che ormai è una vera “secchiona”, con l’entusiasmo di chi finalmente ha accesso alla stanza misteriosa del sapere, e gioca, mi corregge, sbuffa… no, non è facile con i docenti curriculari, che ancora non intendono cedere dalle posizioni del rifiuto, del disconoscimento dei progressi e delle possibilità. Fortuna dopo due il terzo insegnante di sostegno sembra quello giusto, competente e preparato, forse mi riappacifico con la categoria…

Informo il genitore, si prepara da sola la lezione, il genitore con gli occhi lucidi riesce solo a dire “è maturata” ed è vero, l’ho vista crescere piano piano e prendere in mano il suo futuro e lottare contro chi glielo vuole negare il futuro. E’ maturata. Ancora tanto lavoro davanti, ma ci siamo: stai cominciando a non aver più bisogno di me.
Soprattutto sono fiera di te.

😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: