Il Berlusconismo non è mai esistito.


Ho letto che i filosofi studiano il Berlusconismo. Sempre avuto uno strano rapporto, io, con la filosofia. Mi piace, tanto, tanto quanto la detesto quando si perde nel superfluo.

Per capire il Berlusconismo credo non occorra avere studi superiori, è necessario avere due o tre nozioni di vendita porta-a-porta. Perché scambiare Berlusconi per un grande comunicatore è un offesa alla Comunicazione, Berlusconi ammalia e vende, potrebbe vendere gelati al Polo Nord tant’è bravo nel settore vendite, vende prodotti taroccati di cui ci si deve sbarazzare in fretta, prima che si capisca che non valgono nulla. E per rivenderli in fretta non c’è altro modo che diventare gregari, avallare la mistificazione del prodotto, porre a garanzia il venditore principe e rifilare il prodotto a qualcun altro.

Chi sa comunicare trasferisce contenuti, oppure parliamo di pubblicità, di strategie di marketing. Berlusconi non ha mai trasferito contenuto alcuno. Al limite ha ammiccato, ha indicato scorciatoie e solleticato appetiti, chi ha visto altro ha voluto ingannarsi da solo, nessuna colpa in Berlusconi che a far discorsi seri gli scappa sempre da ridere.

Parlare di Berlusconismo è come parlare dei vestiti del Re Nudo.

Mentre se si andasse a guardare com’è cambiata l’Italia dalla sua “scesa in campo” ad oggi forse qualche dato interessante lo si troverebbe, un Italia non governata, in mano ad un clan di comari da televisione, in cui l’unica cosa che va alla grande è l’espansione delle lobby mafiose, dei narcotraffici, di tutti i possibili traffici illeciti. E qualche relazione di solito c’è tra una classe politica insulsa e un potere criminale in ottima forma.

Se mi occupassi di filosofia io, al limite, mi domanderei chi tiene davvero in mano le sorti del mio Bel Paese.

 

 

2 commenti »

  1. Zietta sono d’accordo con te, la filosofia è una bella cosa quando non si mette solo la veste “Accademica”.

    Dire che Berlusconi non ha colpa e i poverini che lo seguono s’illudono da soli… beh, è un tantino troppo indulgente. Forse la nostra cultura così radicalmente cristiana e incentrata sul perdono andrebbe rivista sul serio.

    Un abbraccio!😀

    Mi piace

  2. tasti said

    @KarmaBurning…
    .. non essere insolente! Io indulgente? Suvvia… si parla così alla zietta??
    Tsé Tsé…
    puoi dirmi quali inganni ha fatto Berlusconi sin dai suoi primi politici vaggiti? un milione di posti di lavoro, ricordi? Le ha sempre sparato grosse, sin dall’inizio, tipo caricatura, lo si può accusare davvero di tanto e di più ma che abbia ingannato i suoi elettori no, verso loro indulgenza zero: o idioti o con interessi personali in gioco. E nessun Berlusconismo.
    Saluti tantiiiii😀

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: