Agrigento, Sgarbi e Moncada forever…


Acc… a occuparmi sempre dei fatti miei perdo il filo e poi finisce che non ci capisco più niente di quello che succede nell’allegra cittadella! Devo recuperare in attenzione…

Un paio di mesi fa si era vociferato circa la candidatura di Moncada. Chi è Moncada? Un imprenditore agrigentino di quelli tosti, di quelli che fattura, che pianta pale eoliche in ogni dove e vagheggia aereoporti insieme a metà della popolazione dell’allegra provincia (l’altra metà vorrebbe avere delle strade decenti, ma non organizzano convegni ad ogni occasione).

Alle voci avevano risposto subito altre voci: se si candida Moncada gli si candida contro Sgarbi. I due sono collegati da una inimicizia dichiarata dal critico d’arte in ogni dove: Moncada sei mafioso, Moncada sei brutto, Moncada sei grasso ecc…

Poi Moncada si è ritirato dalla politica (caso non unico di uomo che si ritira dalla politica prima ancora di cominciare a farla) e si era dato all’Associazionismo ggiovane.

Mi distraggo un attimo e cosa succede? Sgarbi e Moncada che amoreggiano senza ritegno, Sgarbi che adesso vede Moncada trasfigurato… bello, alto e antimafioso.

Eravamo tutti sereni e rassegnati ad avere un’altra tornata elettorale senza grossi scossoni…
la candidatura a sindaco di Giuseppe Arnone, ci sono cresciuta a candidature a sindaco di Giuseppe Arnone

candidatura a sindaco di Lillo Micciché… ci sono cresciuta a candidature a sindaco di Lillo Micciché

candidatura a sindaco di qualche delfino di pezzi da novanta … ci sono cresciuta ecc…

ci stavamo cominciando a dividere i voti: entro il 1° grado si votano compatti, entro il 2° grado si può dare il pacchetto voto di famiglia privo degli irriducibili, entro il 3° grado libertà di coscienza…

e cosa ti succede??? Sgarbi e Moncada si fidanzano! Sospendiamo le divisioni?
Pare che Sgarbi escluda categoricamente una candidatura agrigentina ma… si sa mai, si cambia idea sulle persone perché non cambiarle sulle città? (In effetti se io fossi Sgarbi non mi candiderei ad Agrigento, a meno che non volessi garantirmi il paradiso dopo giusta espiazione… no, non per la città, ma per la “cosa pubblica”… peggio di qui non so dove)

Peccato! Ne avremmo viste delle belle nell’allegra cittadina perché sia che fosse sceso in campo l’imprenditore o il critico (d’arte) la concorrenza avrebbe avuto il suo bel da fare per non essere sbaragliata: gli allegri cittadini non si sarebbero mai persi l’occasione di una ventata di novità (al posto dei parenti e dei soliti quattro amici al bar… qualunque cosa). Siamo stati triturati per decenni con una politica da “ogni giorno lo stesso giorno”, anche la concorrenza avrebbe dovuto mettere in campo i suoi pezzi da novanta!

…Certo, fermo restando le candidature di Peppe Arnone e Lillo Micciché. Ovvio.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: