Agrigento… la campagna elettorale nel segreto dell’urna.


Ah, ci fosse Pirandello a descrivere i volti, i caratteri, le circostanze!…

Direbbe al candidato sindaco Giuseppe Arnone che dovrebbe comprendere: ci sono persone che mai, mai, mai, lo voterebbero. Piuttosto una donna della CGIL? Sì, avv.to Arnone,piuttosto chiunque, lei per un terzo degli agrigentini rappresenta il male assoluto. Quasi come se avessero chiesto a me di votare per Berlusconi…
Quella candidatura, invece e soprattutto, mette il PD siciliano in buona con il nazionale: Arnone no, ma vedi chi ti ho scelto? CGIL. Ok? OK.
“Vuoi che la segetaria provinciale della CGIL non tolga tutti i voti ad Arnone?” Bersani risponderà con un titubante “vuoi?” a cui sarà replicato, con pacca sulla spalla, “ma certo!”. Ovviamente Bersani verrà in questo blog e leggerà la verità che sto per dirgli: no, Pierlu’, no, il segretario provinciale della CGIL non toglierà tutti i voti di Arnone. Né prenderà tutti quelli della coalizione che la sostiene. Perché a meno che la segreteria della CGIL non venga data ad uomini dell’MpA, l’MpA voterà per l’avv.to Pennica. Nel segreto dell’urna. E non sarà il solo della Grande Coalizione a non votare il proprio candidato.

Perché Pennica è il meglio che si possa avere per rappresentare i paradossi della città di Pirandello.

E’ probabile che l’avv.to Pennica prenderà anche i voti della mafia. Leggittimamente, no, nessuna compravendita, niente di illegale o di offensivo, un avvocato prende sempre i voti dei suoi clienti. Nel segreto dell’urna.

Ed è un parco voti di quelli che determina ascese e cadute…

Quindi il prossimo sindaco di Agrigento già sappiamo chi è, inutile fare i petulanti e prendersela con chi ha solo tentato di non fare malafigura… per una volta che mettono un candidato decente! Donna. Vedi, Arnone, un candidato donna effettivamente rischia di vincere, ad Agrigento, perché le donne questa voglia di riscatto qui, ancora, la rilasciano mentre espirano, mentre lottano giorno dopo giorno per essere donne e lavoratrici, sommerse dai sensi di colpa, dai mancati riconoscimenti e dalle rinunce.

Insomma alla fine ci sarà una battaglia come non se ne vedevano da anni: nel segreto dell’urna.

Anche votare Arnone è una cosa che si fa nel segreto dell’urna, a dirlo si rischia di perdere amici e in questa terra avere amici spesso vuol dire lavorare…

Poi il rischio del conteggio c’è. Perché ci sono quelli che verificano i numeri di voti presi per ogni sezione e se nella mia non esce nemmeno un voto per tizio o caio? Capita, certo può capitare che tutti, in quella sezione, abbiano voluto usare il segreto dell’urna per fare un dispetto. Per non sottostare ad un ricatto. Per esercitare, per un solo istante, l’istante più importante, la libertà di pensiero.

Arnone potrebbe vincere perché c’è una fetta di Agrigentini che si diverte ad avere un Arnone in città e sinceramente se non ci fosse stato (come già detto) questa città sarebbe stata peggio di come già non stia.

Ma anche Lo Bello potrebbe vincere se tutte le donne la vedessero donna e non politico, o meglio “e non parte del sistema politico agrigentino”.

Anche Zambuto, a ben pensarci, potrebbe vincere, prendendo i voti di tutti i nostalgici a prescindere, e forse anche dei giovani seppure dare del giovane a Marco Zambuto è come dargli del sindaco sexy… prendendo i voti di chi “Arnone mai” ma “Pennica proprio non si può”. Nel segreto dell’urna.

Ma alla fine vincerà l’avv.to Pennica. L’unico di cui si possa sostenere apertamente la candidatura senza perdere amici, senza essere presi per retrogradi o per asserviti, ostentando di essere per il nuovo che avanza. Senza, per carità, avanzare perplessità sul fatto che… no, non vorrei di nuovo rilevare che… lo ha scritto lui, per altro, che potrebbe capitare in campagna elettorale e poi dovrà scrivere che potrebbe capitare anche mentre svolge il suo uffizio di Sindaco. Un lavoraccio, per le Procure, separare l’agenda del Sindaco da quella dell’avvocato!

Ma questa è Agrigento e qui… così è, se vi pare.

2 commenti »

  1. Godot said

    Sì effettivamente sarebbe una campagna tutta da leggere!

    Mi piace

  2. tasti said

    e non ti dico cosa significhi essere costretti a viverla! ma l’importante credo sia avere lo spirito giusto: pop corn e coca cola e lo spettacolo di certo sarà divertentissimo!😉

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: