SLA, Caregiver ed altre amenità


Il Comitato 16 novembre (che conosco da stamane) ha indetto una forma di protesta estrema: il suicidio collettivo. La data prevista è il 21 novembre, a Piazza Montecitorio.

Per tutta la mattina ho cercato di capire se, come qualcuno asserisce, ci sia davvero il problema etico della “promozione” dell’iniziativa, se sia corretto renderne notizia, condividere, far passare, scriverne.

Dopo qualche discussione ho capito che per me va bene darne notizia. Ho scritto sulla pagina FB del Comitato per richiedere un consiglio su come aiutarlo e la risposta è stata picche. In un gruppo attivista di familiari disabili invece la discussione è ancora aperta sull’eticità e sul fatto che il Comitato 16 novembre aiuto poi non è che ne abbia mai chiesto…

Quindi, io, lascio da parte l’eticità e rendo noto che giorno 21 novembre 2012 alcuni malati di SLA intendono lasciarsi morire per protesta.

La rendo nota perché a me questa cosa sconvolge. Perché che ci siano persone che proclamano il suicidio collettivo e pubblico e ci si perda in disquisizioni sull’etica mi fa stare male.

Come forma di protesta è estrema. Ma in effetti del digiuno dei malati di SLA, di cui ho avuto notizia dai telegiornali, non è che mi avesse fatto “appassionare” alla causa. Questa notizia qui, invece, il suicidio-spettacolo, sì. Anche se piuttosto che passione direi che si tratta di irritazione. Quell’irritazione che ti arriva quando succede qualcosa di imprevisto, qualcosa che scardina il senso comune.

Mi irrita sapere che qualcuno propone il proprio suicidio come strumento di lotta. E mi irrita che ci sia chi suggerisce di guardare dall’altra parte per “togliere forza”, per non dare soddisfazione.

Tolta l’irritazione resta l’eco di questo grido dei malati di SLA. Che non è che chiedano fondi per la ricerca così da sconfiggere la malattia… no, peggio: chiedono soldi per poter vivere nella loro malattia. E non solo per loro, per tutti i disabili gravi e gravissimi.

Credo che se non si sappia capire la disperazione altrui si sia veramente… piccoli. Che è meraviglioso che si accettino le avversità con dignità e coraggio, che si faccia richiesta dei propri diritti con civili tavoli di confronto e manifestazioni di ogni sorta. Ma…

Ma c’è anche chi alla disperazione non si rassegna. Chi è pronto a gesti estremi pur di far sentire la propria voce e io non me la sento, sinceramente, di spostare l’attenzione sull’opportunità, sul protagonismo, sul sensazionalismo quando c’è qualcuno che sta rischiando la vita per i diritti di tutti.
Restare in silenzio è come contribuire ad ucciderli, diritti e persone.

Quindi no, quello che non è etico è non rendere noto che il 21 novembre alcuni malati di SLA potrebbero uccidersi per protestare per le condizioni di vita cui sono costretti i disabili gravi e gravissimi in Italia.

1 commento »

  1. lilla said

    inconcepibile!

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: