Questa brutta pagina di storia


Prodi si ritira, Bindi si dimette, Bersani si dimette dopo l’elezione del Presidente della Repubblica.

Che brutta serata.

E pensare che non sono nemmeno un elettrice del PD!

Ma vengo dalla sinistra storica e di certo non sono mai approdata a destra. Il mio unico spostamento è stato convergere su Monti ed ancora sono pronta a difendere quella scelta, così come sono pronta a sostenere la candidatura della Cancellieri.

Perché il Pd di errori e inciuci ne ha fatti veramente tanti, non è puro, né c’è purezza alcuna in SEL, né in nessuno della sinistra.

Però la sinistra italiana è come se avesse comunque un valore aggiunto, per la sua capacità di analisi, di storicizzare, di saper guardare dalla giusta distanza il presente.

Brutta serata quella in cui la storia viene segnata dai tradimenti, dalla viltà.

Tutti a sperticarsi per eleggere Rodotà. Quasi un mantra. L’euforia e la follia collettiva.
E in nome di Rodotà il tradimento che ci porterà ad un governo in cui il movimento sarà una forte componente.
E di certo non saranno i poveri ggiovani grillini eletti e gettati lì a far da paravento. No, uscirà fuori l’intellighentia che Casaleggio Associati ha saputo raccogliere.

A me certa sinistra non è mai piaciuta, io sono d’indole proletaria, lo sono per forma mentis, sono ancora ferma alla distinzione tra borghesi e proletari e quando i comunisti hanno le ferrari e i miliardi in banche estere… mi fanno ancora senso.

Non mi piace la sinistra che crede che non sia un mero problema economico quello che determina tutta la forma e la sostanza della società, che crede che invece sia ideologia, visioni di vita, illuminismi e allucinazioni varie.

La società di gente che cammina a piedi scalzi su verdi prati bagnati di rugiada. Io sono proletaria, lo so che poi a me, al solito, tocca pulire il cesso.

Se Rodotà avesse veramente a cuore il nostro Paese e la sinistra italiana dovrebbe rinunciare. Immediatamente. Si trovi immediatamente un nome su cui convergere e smetta di legittimare Grillo che non ha bisogno di altri sponsor. E già pericoloso così, senza bisogno che gli si diano motivi seri di esaltazione. Ricordate che sono due le cose che non si possono controllare: i folli e le folle.

Nessuno potrà controllare Grillo, nemmeno Casaleggio e nessuno, nemmeno Grillo potrà controllare una folla aizzata e inferocita.
Se siete seri mettetevi in stato di massima allerta e decidete da che parte stare.

Ricordando che un giorno qualcuno leggerà queste pagine di storia che stiamo scrivendo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: