Sorrido


Ciao.

Dopo aver letto Karma

Sorrido pensando a te.

Che passi e leggi di me, silenzioso.

Demone.

Ti immagino sempre nella tua stanza, a guardare attraverso il vetro, sperando che sia arrivata la primavera e ti abbia insegnato a sorridere…

Lo so che rispetto a qualche anno fa questo posto si è spento, ma sono io,  è la mia vita che si è un po’ spenta, io che sperimento di meno.

E aver dovuto gettare via l’anonimato per fare a viso aperto le mie battaglie… difficile scrivere di sé, giocare con le parole, con le situazioni…  se sai che ti leggono per avere notizie e informazioni.

Ma si cresce ed io sono cresciuta, in fondo non importa che mi si legga per avere notizie e informazioni, vorrà dire che leggeranno o passeranno oltre quando non saranno notizie e informazioni quelle che troveranno qui…

Sorrido.

Pensando che qualcuno ha avuto la pazienza di leggersi tutto questo blog dall’inizio, inclusi i commenti, non lo avrei mai pensato possibile eppure Cinzia lo ha fatto, imbarazzandomi non poco… in effetti.

Ciao Cinzia.

Sorrido pensando che non ho avuto il coraggio di scrivere qui che mi ero innamorata di uno sconosciuto, lo avrebbe letto e avendo già avuto un innamoramento consumato via blog… meglio non replicare, ho pensato…  epperò ho sbagliato, lo ammetto, non ho colto l’occasione ed è finita che non è mai nemmeno iniziata.

Sorrido perché abbiamo ottenuto quello che in moltissimi sognavamo, un posto dove pubblicare, una possibilità per mostrare la nostra creatività o per dire le cose che ci urge dire… e spesso lo dimentichiamo. Io l’ho dimenticato.

L’urgenza di scrivere.

La scrittura come necessità, impellenza, come fatto che ti sovrasta.

Nella mia soffitta valigie di fogli scritti, non è metaforico, parecchie prime stesure sono state bruciate per far spazio alle seconde e poi alle terze.

Ma non è colpa del blog. Il blog, semmai, ha mantenuto in vita qualcosa che altrimenti sarebbe stato perso. Magari più che vita è stato comatoso ma almeno… non irreversibile.

Sorrido perché ho scoperto che la vita consuma la vita, che amare gli altri toglie spazio all’amare se stessi, che le malattie sono occasioni per scoprire l’essenziale, che il dolore può convivere con la felicità, che la felicità non ha bisogno di grandi cose.

Sorrido pensando che in fondo anche questo è un romanzo e forse solo la prima stesura, appunti, raccolta di cose che potrebbero entrare a far parte o che potrebbero essere un altra cosa, la prima stesura di un romanzo che è la mia vita e che non conoscerà seconda stesura, che non avrà forma definitiva, che non verrà rivisto e modellato.

Un opportunità per chi ama scrivere e anche per chi non può inseguire i sogni, per chi non ha tempo o volontà per scrivere davvero, un luogo in cui scrivere e farsi leggere. Un opportunità per chi ama leggere, per chi non si accontenta di leggere le solite cose – e un giorno scriverò di queste solite cose che vengono pubblicate – per chi nella lettura cerca qualcosa, fosse anche solo una scintilla in mezzo ad un oceano di citazioni.

Sorrido e vivo anche qui, abbracciando il mio Demone.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2 commenti »

  1. Quel che hai scritto è molto bello, emozionante.
    Un abbraccio!

    Mi piace

  2. tasti said

    @Karma… ecco… emozionarci è quanto si chiede ai blog…🙂

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: