Buoni Propositi (BP)


BP.1     L’aspirante scrittore si propone di essere scoperto.

Non di scrivere qualcosa di straordinariamente bello, no.  Lui si propone di essere scoperto perché è nato scrittore, qualunque cosa scriva è la più bella e la più vera, deve solo aspettare di essere scoperto da un editore.

Io almeno non scrivo, così posso sentirmi serena con il mio futuro da scrittrice…. prima o poi scriverò il romanzo più bello del secolo e vi frego tutti.

Ho 45 anni, mi basta un solo splendido romanzo, uno di quelli da milioni di copie  e studiato nelle scuole nei secoli a venire.

Sarà colto. Molto. Ma potrebbe anche essere un colto camuffato, ancora non so, non mi piacciono le cose esibite, le parole troppo ricercate, preferisco l’architettura. Sarà talmente colto da costringermi ancora alla costruzione della cultura che sottende il romanzo. Ci vogliono anni a farsi una solida base utilizzabile in modo naturale.

images

Non è che perché hai letto tutti gli ultimi successi editoriali e conosci le citazioni più citate dell’anno hai la base che sottende, no.

Il mio buono proposito n.1 quindi è di continuare a non essere scrittrice sin tanto che non avrò scritto qualcosa che non sia soltanto qualcosa che ho scritto.

BP.2 Il disoccupato si propone di trovare lavoro.

Non un lavoro qualunque, ma quel lavoro lì che insegue da sempre e che mai gli è stato offerto. O comunque, se non è quello, dovrà essere molto ben pagato perché il disoccupato rinuncia ai suoi sogni solo per denaro. Sin tanto che qualcun altro gli paga le bollette…  mrgreen

Così per il nuovo anno, io che evidentemente non ho mai trovato lavoro, non il mio comunque… quest’anno ho deciso che me ne invento uno tutto nuovo.

Sto studiando di nuovo ma questa volta ho un piano, non procedo a tentoni nel buoi. Cosa che pare io abbia fatto in tutta la mia carriera professionale passata. Mi prendo tutte le colpe del caso, sono colpevole di tutto ma soprattutto di non aver mai davvero osato.

images  Quindi.

Quest’anno il mio proposito n.2 è PROVARCI DAVVERO.

Ehm… no, non collegatelo con BP.1, non sto iniziando un romanzo.🙂

BP.3 Il single si propone di trovare compagno.

Mi sa che per il BP.3 cambio la regola e il single si propone di restare single.

Voi non sapete la fatica che si fa a restare single.

No, non è che incontro Principi Azzurri in ogni dove e eroica non cedo… no.

In effetti… Principi Azzurri mai incontrati in vita mia. Manco uno, per essere esatta. Uomini a iosa, idioti in numero discreto, ma Principi Azzurri no, sinceramente potrei derogare sul mio BP.3 nel caso che.

No, sarà l’età e di certo sono i tempi. Perché io nasco post-femminismo e quindi i principi azzurri nessuno m’ha mai detto di aspettarli. A noi veniva insegnato che sugli uomini non potevi contare, che era mia e potevo gestirla, che il divorzio era stato introdotto, in Italia, con motivo.

Fatto è che sono sempre stata single d’indole e la cosa, andando avanti negli anni, semmai è decisamente peggiorata.

La fatica non deriva da chi incontri, ma da chi vorrebbero farti incontrare. Solo i single sanno cosa intendo perché puoi misurare quello che sei per gli altri sulla base di chi ti propongono. All’inizio di tutto, giuro. Avevo 30-35 anni e mi hanno proposto qualunque cosa, la frase di rito era: basta che ti fa fare un figlio. E capite come mai una si ritrova a mandare a ‘fanculo chi sta solo cercando di fare il tuo bene….

download (1)     Vicino e dopo i 40 devo ammettere che la cosa è cambiata, adesso selezionano sulla base economica, per la buona vecchiaia. Anche se non riesco a capire com’è che un figlio  lo potevo fare con uno brutto e per la vecchiaia dev’essere almeno piacente… pare che più invecchi e meglio possa aspirare… quindi chissà che aspettando ancora un po’ non sia pronta per il Principe Azzurro??? BP.3

6 commenti »

  1. Mi è piaciuto moltissimo ciò che ho letto ….

    Mi piace

  2. tasti said

    @semprecarla… grazie, fatto un salto da te e… bello quello che sei.🙂

    Mi piace

  3. Mi sono riletto almeno una quindicina di volte il BP.1 e… non lo so, vado a rileggerlo e provo a convincermi anch’io… o no, magari no, ehm… lo rileggo e poi ci penso (mentre lo ri-rileggo).

    Mi piace

  4. tasti said

    @Karma… permettimi prima di risponderti di farmi una risatina malefica: ihihih. Ok, adesso ti rispondo.
    Rinunciare a cose come “Torrione di terrore al torrone” non è possibile, così come ad altre tante cose piacevoli e interessanti che si trovano in giro su wordpress o altrove.
    Non ne posso più, invece, di gente che fa corsi di scrittura creativa rincorre l’ultimo successo editoriale e cita l’ultima citazione citata… non parlo di te e lo sai. O di gente che scrive in verticale e crede di star facendo poesia. Se scherziamo scherziamo ma a fare sul serio no, ho deciso che inauguro il mio anno a tolleranza zero.
    … comunque una copia autografata del mio futuro super successo editoriale non ve la toglie nessuno, tranquilli virtualnipoti!😉

    Mi piace

  5. Nonciprovarenemmeno!!! E non ho dimenticato gli spazi a caso… ripeto: nonciprovarenemmeno a dimenticarti di autografare la nostra preziosissima copia del tuo futuro (non troppo lontano spero) super best seller editoriale.😀

    Mi piace

  6. tasti said

    @Karma… mi sto già esercitando con gli svolazzi… ma credo che dovrei lasciare almeno un centinaio di autografi sparsi… sai mai che diventassi famosa postuma???😯

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: