Senza Vergogna 1/2015


Poi si arriva a questo. E non ci sono parole… anzi sì, di parole ce ne sarebbero a mai finire, si potrebbe cominciare dall’esame della società feudale e attraversare il secolo delle rivoluzioni e delle rivolte per planare alle carte dei diritti, ai processi di emancipazione e guardare come piano piano dalla luce appena accesa.. di nuovo l’ombra cupa si diffuse in Boscoatro.

Insomma ad Agrigento si lavora gratis per pacifico accordo raggiunto tra cooperativa sociale e Comune.

E che belle conquiste, eh? Si può persino lavorare gratis, algiornod’oggi.

La Cooperativa Sociale Nido d’Argento di Palermo, che ha in gestione, per il Comune, il servizio di assistenza igienico-sanitaria degli studenti delle scuole inferiori ha deciso che far lavorare gratis i propri dipendenti è una cosa fattibile se ad avallarla è il Comune.

Ma la possibilità di una denuncia d’ufficio no?

D’ufficio di certo una serie di riprovevoli ma quanto mai necessari imprecazioni che coinvolgono i gestori della cosa pubblica, della cooperativa “sociale”, i sindacati e, aggiungerei, l’ispettorato del lavoro essendo che la notizia non è stata a me sussurrata in un orecchio durante l’esecuzione dell’Inno Nazionale ma pubblicata sui mezzi comuni di informazione a cui, immagino, anche gli ispettori dell’ispettorato hanno facile accesso.

Perché lavorare gratis dovrebbe essere materia di reato, in un Paese Civile.

Soprattutto se in questo Paese Civile ci fossero delle Leggi a regolamentare persino il volontariato, che non è esattamente il lavorare gratis…

Il Sindacato risponde che non le lo ha fatto mica lui l’accordo… quindi che volete? Io non c’ero e se c’ero dormivo e comunque l’importante è che qualcuno pulisca il culetto a questi poveri bimbi, no?

Già che li fanno lavorare gratis è una vittoria alla lotteria in un posto dove di solito gli assistenti igienicosanitari nemmeno vengono incaricati… no?

No. No, gente, ma proprio no.

NON SI LAVORA GRATIS: Gratis puoi fare giusto il volontariato in un associazione di volontariato regolarmente iscritta agli albi delle Associazioni di volontariato che stipulano regolari convenzioni e assicurazioni per poter inviare i propri volontari in luoghi pubblici o privati.

C’avete la faccia come il culo, giuro, più vi guardo e più mi sale il rossore alle guance per l’evidente imbarazzo nel guardare fisso le vostre natiche in cui roteano sperduti i vostri occhi.

NON SI LAVORA GRATIS, non in un Paese dove le cooperative “sociali” ti fanno contratti da fame, che non ti consentono nemmeno di percepire la disoccupazione, non ti assicurano continuità, tutele, minimi sindacali. NO, lavoro gratis se ho uno stipendio da favola, allora sì: magari qualche ora gratis te la faccio pure… ma se prendo 7 euro l’ora per 4 giorni a settimana per 5 mesi o meno no, cazzo!, non ci devi proprio pensare a farmi lavorare gratis!

Bene, l’apologia l’ho fatta, ma non mi fermo mica qui avendo a nausea quelli che tiran pesci e non ti dicono come risolvere il problema.

Soluzione alla malagestione da parte degli Enti locali del servizio di assistenza ai disabili come da legge 616/77 e innumerevoli successive… togliete loro la competenza. Non sono capaci? Via la competenza.

Se proprio poi non volete togliere la competenza… via le cooperative sociali, non lo sapete? Non sono sociali. Sono clientelismo, sfruttamento, mancanza di diritti, umiliazioni. Via, via, colpo di spugna e si trovi un altra soluzione ché le cooperative sociali hanno solo malgestito.

E che nessuno lavori mai più gratis al di sotto dei 7.000 euro/anno. Reato. Ok? Se fate lavorare gratis uno che non ha nemmeno 800 euro al mese reato con l’aggravante dello sfruttamento di persona incapace di provvedere alle proprie esigenze materiali.

la fonte: Comune di Agrigento

2 commenti »

  1. Farfalla Legger@ said

    I sindacati, i sindacati in questo paese sono tutti da rifare perchè con il clientelismo (creato da loro) non si va lontani! Abbraccio❤

    Mi piace

  2. tasti said

    @farfallaLeggera… mi sa che c’è tutto un Paese da rifare.. cominciando dagli Italiani… la crisi ci ha trasformati in sciacalli, questa mi sa che è una delle tante verità nascoste…😦

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: