Progetti a lunga scadenza


Che Bello: sono arrivata alla bozza del terzo capitolo!

Il grosso è fatto: trovata l’ambientazione, la storia da raccontare, i personaggi da costruire… e iniziato il racconto! Fantastico! Talmente fantastico che facendo quattro conti quattro.. il mio primo romanzo vedrà la luce tra una decina d’anni. E’ che forse ho qualche ambizione di troppo… Che già scrivere un romanzo sarebbe un ambizione di troppo, ma passi, vuoi che non scriva anch’io un romanzo dopo 8 anni di blog? Sarei una vergogna per la categoria se non lo facessi… quindi lo faccio, proprio adesso, già da qualche mese e da qualche mese prendo coscienza di tutto quello che sapevo già: non sono una scrittrice, quindi scrivo e studi studio e studio.

Notato un lieve sbilanciamento verso l’attività dello studiare? Ecco, il mio problema di sempre, ma proprio sempre, da quando mi conosco io… studio.

Però questa volta è proprio il caso, mica vorrete che proprio adesso che serve il sostrato culturale me lo faccia sfuggire per un improvviso disconoscimento di me?

Cerco di rendermi le cose semplici ma non ci riesco, avrei voluto circoscrivere, ma niente: ho scelto invece un incrocio. E lo dico con un certo senso di disapprovazione ché se avessi scelto una direzione avrei avuto solo un paio di lati un dietro e un davanti, così invece è il crocevia e quindi possibilità, scorci, scenari.

La cosa certa è che se mai finirò questo lavoro sarà in ritardo di un decennio dalla sua ovvia collocazione quindi forse converrebbe piuttosto protrarlo oltre e farne un nostalgico ritorno. Prevedere di completare un romanzo, perché di romanzo stiamo parlando, in un arco di 15 anni mi fa capire che qualcosa in me è cambiato. Son diventata più realistica, qualche sogno in un qualche momento dev’essere volato via. Per ovviare il problema dovrei riuscire a fare un opera d’avanguardia ma questo va oltre le mie possibilità, come inventrice mai avuto un futuro, sono più Salieri che Mozart… decisamente.

Per altro la novità non è il voler scrivere un libro, né essere arrivata al terzo capitolo… il problema semmai sarà andare oltre al quinto. Non ho previsto il numero di capitoli, la storia deve condensarsi in un romanzo, niente trilogie, per cortesia, qualunque cosa scriverò prometto al mondo che sarà figlio unico, una di quelle opere che iniziano e finiscono e non c’è sequel, prequel, cugini, appendici, dizionari, mappe alberi genealogici e versione cinematografica. Un romanzo. Inizio, svolgimento, fine. E’ così bello condensare tutto in un volume! Anche perché a noi lettori vecchio stampo leggere un volume da più soddisfazione di leggere una trilogia, a meno che non si stia leggendo la Divina Commedia che è un trittico per necessità non editoriali.

Se poi non dovessi completare l’opera  nemmeno questa volta vorrà dire che i miei studi finiranno nuovamente in soffitta, disordinati e di difficile se non impossibile interpretazione e  non avendo in realtà nulla da dare al mondo con un romanzo… nulla verrà ad esso tolto. La saggistica sì, magari qualcosa l’avrebbe data, ma ormai è in soffitta e lì resta.

E adesso vado ad affrontare il quarto capitolo con una buona tazza di tè.

 

Annunci

4 commenti »

  1. Hai tutto il mio incoraggiamento zietta, e anche la mia curiosità ad esser sinceri! 😀
    Spero riuscirai a terminare l’opera, ma se avvenisse altrimenti sappi che ti perseguiterò a lasciarmene sbirciare almeno un pezzettino prima di condannarla alla soffitta… 😛

    Mi piace

  2. emma york said

    Tieni duro e vai avanti, non importa quanto ci metti ma ciò che ne tirerai fuori 😉
    In bocca al lupo e buon lavoro!

    Mi piace

  3. Fabio said

    Ciao! Da 8 anni tento di scrivere il mio romanzi ma per svariati motivi non ne sono mai stato veramente convinto. Per allenarmi ho aperto dei blog.. Sparo che questo sia una palestra per questo mio piccolo grande sogno. In bocca al lupo per il tuo .

    Mi piace

  4. tasti said

    @Karma… prometto sbirciatina appena completo il quinto… 😀

    @Emma… per il momento scorre che è una meraviglia, ma ho già in mente il totale stravolgimento dei personaggi e quindi…. vedremo, l’importante è divertirsi!

    @Fabio… il blog serve, di sicuro, ma quando finalmente riesci di nuovo a scrivere sul serio… ti ricordi di nuovo la differenza!

    @tutti… che i poveri lupi non crepino tutti ma grazie per l’incoraggiamento! E scusate se latito ma tra la vita reale e quella fantastica… il blog ne risente! 😉

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: