Willy


Così inizia un altro anno da cui non aspettarsi nulla.

Dev’essere l’eccesso di zucchero, le gran mangiate… no, non ho fatto gran mangiate, non è l’eccesso di zucchero.

E’ proprio noia. Vorrei Vorri Farei. E prendo un altro libro. Ok, vero, sono diventata una biscottara, cantuccini dell’altro mondo, fragranze ricercate e di gran successo. Ed ora… noia.

Almeno fino a Pasqua basta biscotti, voglio far altro.

Interrogarmi sulla vita e i massimi sistemi no, fatto e risposto, so chi sono e perché, sto dove voglio stare, vado verso ciò che consegue. Né ricerco clamorosi imprevisti, mi va bene anche annoiarmi e fare in modo che l’ozio non mi divori. Se poi mi divorasse… si tratta pur sempre di una condizione esistenziale non riconducibile alla realtà. Nella realtà faccio. Biscotti a parte, intendo, le mansioni del mio vivere son date.

Nella fantasia sono altrettanto impegnata, ma non faccio biscotti, no. Biscotti fantastici no. Sogno ancora altri scenari. No, non come da ragazzini quando i sogni sono possibilità, no. Come gli adulti, quando i sogni sono ormai solo sogni, evasione da una vita che è  e non può essere diversamente. Gli adulti hanno vite date, in cui i cambiamenti implicano tempi biblici, in cui ci sono tempi per ogni cosa ed ogni cosa a suo tempo. Disse lei dopo nemmeno un mese in cui aveva preso decisioni epocali…

Cosa non darei per un poco di vera magia! Magia sì, desideri no. Ci dev’essere qualcosa di profondamente  sbagliato in me da farmi provare orrore alla sola idea dei tre desideri. Tre desideri. Chi non ci ha mai pensato? Io ancora non sono riuscita ad elaborarne nemmeno uno. Non ce li ho tre desideri. A parte quelli egoistici, di quelli ne ho molti più di tre. Ma se ti ritrovi con tre desideri come fai a pensare a te stesso? Dovresti salvare il mondo ma… ma quali sono i desideri giusti?

Con la magia invece due tre cosucce si potrebbero sistemare senza catastrofiche conseguenze… mi divertirei da matti, ne sono consapevole e so già che non ne farei un uso strettamente necessario. Ma niente magia, solo fantasia. Che non è nemmeno poco, volendo.

Quindi nella realtà tutto procede e nella fantasia non c’è problema. Tra i due una noia mortale. Tanto da farmi invidiare Willy che almeno ci prova sempre lui… o forse no, nemmeno lui ci prova più. In effetti non c’è più Willy nel presente. Dovrei guardare qualche cartoon moderno per saperne di più, se c’è ancora qualcosa o se è già tutto distrutto in preparazione del nuovo che verrà. No, no i cartoon per adulti, quelli per bambini, li faranno ancora i cartoon per bambini, no? Devo proprio guardarne qualcuno. Serie buoni propositi 2016.

Intanto mi diverte il paese che si spacca su Zalone. Spaccarsi sul film Quo Vado? è meno interessante dello spaccarsi su la Grande Bellezza, ma è quanto offre questo nuovo anno. Ci sarà da annoiarsi un sacco.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Dolci, bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: