Altroconsumo su vaccino HPV


Da Altroconsumo

“Vaccino per le donne: quanti dubbi

Un nuovo vaccino è arrivato in Italia. Si chiama Gardasil, e combatte il papilloma virus umano (Hpv), che può causare tumori al collo dell’utero. L’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha approvato lo scorso febbraio la sua commercializzazione nel nostro Paese.

Secondo i dati dell’Istituto superiore di Sanità, questo tipo di cancro colpisce ogni anno nella penisola 3.500 persone e causa circa mille decessi. Le autorità sanitarie lo considerano essere il secondo tipo di cancro più frequente nelle donne, con circa 500.000 nuovi casi ogni anno in tutto il mondo e 250.000 morti. Come ha ricordato il ministro della Salute Livia Turco, l’Italia sarà il primo paese in Europa a vaccinare gratuitamente le giovani donne contro il papilloma virus. La vaccinazione richiederà tre dosi, con la seconda e la terza rispettivamente a due e sei mesi dalla prima.

Fino a qui la cronaca. Da adesso in poi le nostre perplessità.
Dobbiamo anzitutto segnalare che al momento di andare in stampa siamo ancora in attesa del decreto ufficiale riguardante la campagna di vaccinazione.
Poi, le autorità sanitarie e la casa produttrice spiegano che Gardasil dovrebbe impedire principalmente due cose: il tumore al collo dell’utero (o cervicocarcinoma in linguaggio medico) e quelle modificazioni (o displasie) alle cellule del collo dell’utero che potrebbero poi trasformarsi in cancro. Il condizionale è in questo caso d’obbligo, per almeno tre buoni motivi.

La scelta dell’Aifa poi non ci convince sul piano dei costi. Le circa 280.000 dodicenni italiane saranno vaccinate con una spesa di 75 milioni di euro l’anno. La Finanziaria prevede anche un investimento di 56 milioni di euro in tre anni per migliorare la diffusione dei tre screening contro il cancro riconosciuti come più efficaci e cioè oltre a quello per il cancro al collo dell’utero, quello alla mammella e al colon-retto. Forse dunque sarebbe stato meglio concentrare le risorse del Sistema sanitario su un unico obiettivo.Al di là dei dubbi sul vaccino, ecco tre consigli per prevenire le lesioni al collo dell’utero e l’infezione da papilloma virus.

http://www.altroconsumo.it/map/show/12670/src/146043.htm

11 commenti »

  1. Gustavo Mascotti said

    Condivido la perplessità per quanto riguarda la parte economica, in sintesi non so se resiste ad un test semplice di costo/beneficio.
    Non sono affato d’accordo con le vostre segnalazioni di:
    a) Trasmisssione sessuale dell’HPV: Rapresenta solo il 70 %
    b) La scelta dei 12 anni è fondamentalmente per la capacità di creare anticorpi più efficaci e duraturi
    c) Il No. di persone e pazienti già trattati superano i 25.000 ed hanno un follow up molto “serrato” di oltre 5 anni
    d) Da le ultime osserevazioni, la capacità immunologica di contrastare l’infezzione da HPV migliora e si allarga ad altri tipi di alto e basso rischio
    e) La “scoperta” che la vaccinazione possa diminuire le patologie pretumorali, con conseguenti vantaggi di diminuire le terapie LEEP, LASER e conizzazioni sarà da aggiungere in positivo al rapporto coto/beneficio
    f) L’utilizzo del preservativo si è dimostrato efficace nel diminuire le gravidanze indesiderate, le infezioni microbiche (sifilide e blenoragiche) ed alcune virali (HIV ed epatite C) – molto importanti per la salute della collettività che inizzia una vista sessuale attiva- MA NON è MAI STATO DIMOSTRATO che serva a diminuire il contaggio d’infezzione da HPV ( Vedi i rapporti latinoamericani di salute pubblica dove non solo l’infezzione da HPV, ma il carcinoma uterino hanno una rilevanza di primo ordine)
    g) Il fumo non “sembra aumentare”, ma aumenta molto fortemente l’incidenza e la prevalenza del carcinoma cervicale per di più associati ad altri co-fattori, ormonali, status sociale, numero di partners, età di inizio dell’attività sessuale, numero di gravidanze, etc…
    Il problemma mi pare molto più complesso da quanto possa essere trattato in un blog e credo che le critiche al programma di vaccinazione dovranno essere lasciate agli esperti.
    Dr. G. Mascotti

    Mi piace

  2. tasti said

    Gentile dott. Mascotti,
    non posso che riportare il suo contributo e ringraziarla, io non sono un medico e non ho fatto, per ovvi motivi, mie analisi sugli aspetti prettamente scientifici. L’articolo a cui Lei fa riferimento è preso da Altroconsumo, quello che invece ho fatto io è riportare i dubbi sulla vaccinazione ed il motivo sta nel fatto che nel momento in cui il vaccino era già disponibile nelle nostre farmacie nessuno ne parlava. Adesso la situazione è cambiata, quasi tutti i siti che si occupano di vaccinazione informano circa le perplessità da parte della comunità scientifica internazionale.
    Per quanto riguarda la mia posizione, la richiesta che il vaccino venga sopspeso, è stata da una parte provocatoria, dall’altra anche ragionata. Se è vero che esistono così tante perlplessità si doveva affrontare diversamente la campagna di vaccinazione. Non solo, ad oggi credo che ci siano già vaccinazioni in corso in almeno due regioni e manca un piano nazionale.
    Si tratta di una richiesta di prudenza.
    I blog sono uno strumento di democrazia, credo, al contrario di Lei, che sia un bene che questo blog se ne sia occupato, ha informato innanzitutto dell’esistenza del vaccino e….magari può dare una spinta in più agli esperti ad affrontare un programma di vaccinazione.
    Perdoni la presunzione, siamo solo in un blog.
    Cordiali saluti e sinceri ringraziamenti per aver lasciato il Suo contributo.
    Angela

    Mi piace

  3. elena said

    grazie dell infomazione

    Mi piace

  4. tasti said

    @Elena… prego!😉

    Mi piace

  5. Zozzone said

    Cmq si scrive InfeZione con una Z sola.

    Mi piace

  6. elena said

    ho 30 anni e sono interessata all’argomento vaccino.
    Da quanto ho letto non si parla di eventale vaccinazione per donne adulte, quindi devo concordare con la mia ginecologa che mi sconsiglia di farlo?

    Mi piace

  7. tasti said

    @Elena… benvenuta e no, mi dispiace, io non sono un medico e quindi non posso darti alcun consiglio di questo tipo…
    faccio controinformazione,ma su questo vacciono ormai è stato detto tutto e il contrario di tutto… persino che sono gli uomini, e non le donne, che dovrebbero vaccinarsi…
    buona riflessione!

    Mi piace

  8. ary said

    se il vaccino HPV viene effettuato prima,durante o dopo una gravidanza,può portare rischi di malformazione al feto?

    Mi piace

  9. hai ragione perfettamente

    Mi piace

  10. ho una figlia di sedici anni si può ancora fare questo vaccino ?

    Mi piace

  11. annunciit said

    ottimo articolo,complimenti

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: