Istituto negri su vaccino HPV


il parere dell’istituto mario negri

VACCINO HPV NON PUO’ ESSERE TRA GLI OBBLIGATORI

   (AGI/ ISTITUTO MARIO NEGRI) – Roma – Il vaccino per il papilloma virus (Hpv) non possiede caratteristiche tali da essere posto fra le vaccinazioni obbligatorie, perche’ non rientra fra le azioni prioritarie per la sanita’ pubblica; cio’ non toglie che esso possa essere comunque valido per singoli casi. E’ il parere dell’Istituto di ricerche farmacologiche “Mario Negri”. I tumori del collo dell’utero (o della cervice uterina) rappresentano in Italia l’1,6% di tutti i tumori femminili e sono in costante diminuzione.

 

Ogni anno secondo i dati del Ministero della Salute vengono diagnosticati circa 3500 nuovi casi che determinano circa 1000 decessi. Il virus HPV e’ la causa del tumore della cervice uterina. Tuttavia non tutte le donne infettate da HPV sono destinate ad avere un tumore. Su 100,000, donne solo 10-15.000 hanno un’ infezione persistente, e di esse solo pochi casi che non effettuano il PAP-test avranno un cancro della cervice uterina. Il tempo fra l’infezione e una lesione pre-cancerosa e’ di circa 5 anni; il tempo fra la lesione pre-cancerosa e il tumore e’ di alcuni decenni (20-40anni).

 

Esistono circa 150 genotipi del virus HPV, ma il 65% delle lesioni pre-cancerose e’ associato al tipo 16, al tipo 18 o ad entrambi. La prevenzione secondaria (soggetti che possono essere stati infettati) e’ assicurata dal PAP-test e dal test per HPV – strumenti altamente efficaci, che consistono in un esame citologico che segue ad un prelievo di cellule dall’utero da eseguire ogni tre anni a partire dai 25 anni di eta’.

 

Per la prevenzione primaria (soggetti che non hanno avuto l’infezione) sono disponibili due vaccini : il Gardasil che vaccina contro 4 tipi (6,11 – responsabili dei condilomi genitali – 16 , 18 ) del HPV ed il Cervarix che agisce contro 2 tipi ( 16 e 18 ) del HPV. I vaccini rappresentano una scoperta importante che apre una nuova via per la prevenzione dei tumori di origine virale.

 

La discussione riguardante l’ utilita’ di vaccinare le ragazze dodicenni, in base a quanto stabilito dalla legge finanziaria 2008, deve tener conto delle seguenti considerazioni :

1. Il vaccino copre solo il 65% delle infezioni che possono dar luogo ad un tumore della cervice uterina. Occorre ricordare che vaccinando quest’anno tutte le 250.000 ragazze di dodici anni solo fra alcuni decenni si potr?vere un impatto sul tumore della cervice uterina che sar?omunque piccolo e in funzione del PAP-test.

2. L’utilizzo del vaccino non implica l’abbandono del PAP test che deve essere eseguito regolarmente, perche’ solo il PAP-test puo’ rilevare lesioni pre-cancerose che devono essere curate. Il vaccino non agisce nelle donne che hanno gia’ contratto l’infezione.

3. Per ora la immunita’ e’ garantita per 5-6 anni e bisognera’ attendere per sapere se non si debba rinnovare la somministrazione del vaccino.

4. Sono gia’ stati messi a punto vaccini piu’ efficaci che arriveranno a coprire piu’ 95% dei genotipi HPV associati al tumore del collo dell’utero.

5. Non e’ noto se la neutralizzazione dei tipi HPV 6,11,16 e 18 non determini una maggior probabilita’ di infezione da parte degli altri genotipi, ne’ e’ prevedibile se negli anni il virus HPV subisca mutazioni che cambino la relativa virulenza dei vari tipi.

6. Il presunto costo del solo vaccino (60 milioni di euro per vaccinare 250,000 ragazze) potrebbe essere utilizzato per aumentare la copertura del PAP-test che e’ ancora insufficiente soprattutto nel Sud-Italia.

7. Si dovrebbe prendere in considerazione l’utilita’ di vaccinare i maschi qualora fosse disponibile un vaccino di maggior efficacia a causa di un piu’ largo spettro d’azione.

3 commenti »

  1. rossana said

    Stamattina leggevo che la vaccinazione sarà estesa a ragazze fra i 13 e i 18 anni. Confesso che prima di oggi ne avevo letto qualcosa, ma mai approfondito. Oggi, incuriosita (sarà che detesto le vaccinazioni di massa che mi incutono sempre il timore di una forma di “controllo” sulle persone che non mi piace), ho cercato qualcosa su internet. E sono arrivata qui. Non posso che complimentarmi per l’attenzione che dedichi al tema, per come lo tratti, per i molti link di approfondimento che mi hanno permesso di farmene un’idea più precisa. Su questioni così importanti, si parla sempre troppo poco e quel poco sempre argomentato da una parte sola. Aver cura e interesse per la propria salute, per come la vedo io, dovrebbe spingerci di più ad ascoltare il nostro corpo e a farci venire sempre qualche dubbio prima di decidere di affidarci ciecamente nelle mani mediche(o ai farmaci). Credo che la prima forma di prevenzione sia una corretta informazione. Che spesso è in verità carente o di parte. Come se la decisione di assumere o meno un farmaco fosse qualcosa che non ci chiama in causa, da lasciare totalmente nelle mani dello specialista “che ne capisce”. Magari non “capisco”, ma trattandosi della mia pelle, voglio sapere e partecipare alle decisioni che mi riguardano. Per questo l’informazione per o da specialisti mi mette sempre il sospetto che ci sia qualcosa da nascondere “perché non capisco e non è cosa per i non addetti”. Grazie, quindi, per condividere queste informazioni.

    Mi piace

  2. tasti said

    @Rossana… sinceramente: grazie a te, sono in tanti che leggono del vaccino da questo blog ma pochi mi lasciano un saluto e… insomma fa piacere un saluto!
    un abbraccio🙂

    Mi piace

  3. sergio guglielmi said

    I principali problemi inerenti i vaccini antiHPV sono,a mio avviso,l’errata informazione riguardo alla capacità terapeutica(al momento attuale si può solo affermare che a 5 anni prevengono i condilomi e le lesioni displastiche CIN2-3 ed AIS al collo dell’utero,che è cosa ben diversa dall’affermare che siano anticancro!)e riguardo al rapporto costo-beneficio:siamo sicuri che tutti questi soldi non possano essere spesi meglio,per es. mandando operatrici per Pap-test a domicilio alle pazienti?

    Mi piace

RSS feed for comments on this post · TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Antonella semplicemente natura

In questo blog potete fare un viaggio nella natura per riscoprire pregi, qualità e benefici delle piante benefiche. Capire come sentirsi meglio e in forma giovando dei loro poteri curativi e principi nutritivi per condurre una vita migliore.

vagone idiota

Spesso un treno é un teatro mobile.

Assia La Rosa

Viola positivo

Cambiamenti

Davide Faraone

CompulsivaMente

Scrivere, per quieto vivere.

serafina e le altre

Serafina, Anna e i fortunati incontri

di Ruderi e di Scrittura

Il blog di Gaetano Barreca

profumo di pasta di zucchero

Bomboniere e confetti personalizzati per ogni occasione

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: